Centrodestra, al via la prima bozza del programma di governo in 15 punti. Al primo posto Europa e Alleanza Atlantica

4 Ago 2022 19:15 - di Alessandra Danieli

“L’Italia domani. Programma quadro per un governo di centrodestra”. È questo il titolo della prima bozza di programma varata dal tavolo degli alleati, che si è tenuta al Senato con i responsabili dei partiti. Per Fdi erano presenti  il senatore Giovanbattista Fazzolari e l’europarlamentare Raffaele Fitto. A rappresentare la Lega Armando Siri e il capogruppo al Senato Massimiliano Romeo. Per Forza Italia Alessandro Cattaneo e il vicepresidente della Camera Andrea Mandelli.

Al via la bozza di programma del centrodestra

“È proseguito il lavoro di definizione dei temi. E si è trovata una sintesi, Intorno all’impianto su cui ruoterà la proposta politica della coalizione. Il centrodestra unito ha una visione precisa del futuro. E degli interventi necessari per rilanciare l’economia italiana. E l’intero sistema Paese”. Così una nota dei partecipanti al tavolo. Che è stato riconvocato per martedì 9 agosto.

Sette pagine e 15 punti programmatici

Ora il documento programmatico dovrà passare al vaglio dei tre leader: Meloni, Salvini e Berlusconi. In vista della presentazione definitiva entro il 14 agosto. Si tratta di sette cartelle divise in 15 punti programmatici. Che rappresentano le priorità e gli impegni del prossimo esecutivo se le urne premieranno il centrodestra.

Europa e Alleanza Atlantica al primo posto

Il primo punto, scritto in neretto, definisce bene la collocazione internazionale dell’alleanza. “Italia, a pieno titolo parte dell’Europa, dell’Alleanza Atlantica e dell’Occidente. Più Italia in Europa più Europa nel Mondo”. Dopo il passaggio sulla politica estera della coalizione, il secondo punto è dedicato all’utilizzo efficiente delle risorse europee. Quindi, al terzo posto, le riforme istituzionali e strutturali. Tra cui l’ elezione diretta del presidente della Repubblica e la piena attuazione della legge sul federalismo fiscale e Roma capitale.

Fisco equo, famiglia, immigrazione, salute

Il quarto punto è dedicato al “fisco equo”, con l’estensione della Flat Tax per le partite Iva fino a 100.000 euro di fatturato. Con la prospettiva di ulteriore ampliamento per famiglie e imprese. Poi il sostegno alla famiglia e alla natalità. La sicurezza e il contrasto all’immigrazione illegale, la tutela della salute. La difesa del lavoro e dell’economia reale, lo Stato sociale e il sostegno ai bisognosi.

Made in Italy, cultura e turismo

Il documento siglato oggi e visionato dall’Ansa va avanti con il punto sul Made in Italy, cultura e turismo. Quindi quello dedicato alla sfida dell’autosufficienza energetica, e quello sull’ambiente, definito “nostra priorità”. Poi il capitolo sull’Agricoltura: la nostra storia, il nostro futuro. Il quattordicesimo punto è dedicato a scuola, università e ricerca. L’ultimo e quindicesimo punto nella bozza di programma del centrodestra è dedicato a giovani, sport e sociale.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA