Agente Sissy Trovato Mazza, l’ipotesi del suicidio non convince il Gip: avanti con le indagini

31 Ago 2022 17:39 - di Penelope Corrado
agente Sissy

Il gip di Venezia ha respinto la richiesta di archiviazione della procura di Venezia nell’ambito dell’inchiesta sulla morte di Sissy Trovato Mazza, agente di polizia penitenziaria ventottenne, originaria di Taurianova, trovata senza vita il 1 novembre del 2016 in un ascensore dell’ospedale di Venezia con un proiettile in testa e morta il 12 gennaio del 2019, dopo due anni di calvario.  E’ la terza volta che il giudice respinge la richiesta di archiviazione della procura, secondo cui si tratterebbe di un suicidio. Il gip ha accolto l’opposizione avanzata dai familiari, con l’avvocato Eugenio Pini.

“Esprimo soddisfazione per il provvedimento del gip che ha accolto l’opposizione alla richiesta di archiviazione – afferma Pini – Confido che questo provvedimento possa incentivare il raggiungimento della verità”.

Tutte le incongruenze sulla morte dell’agente Sissy

Sul caso, da anni la trasmissione tv de Le Iene porta avanti una campagna d’informazione, documentando parecchie incongruenze nella morte dell’agente penitenziario e sollevando pesanti sospetti. Ecco quali sono le incongruenze.

L’agente Sissy è stata trovata in un lago di sangue con un colpo di pistola alla testa nell’ospedale dove si trovava per sorvegliare una detenuta.

Non c’erano impronte sulla pistola che ha sparato, ma Sissy non indossava i guanti. Non c’erano nemmeno tracce di sangue sulla punta della pistola e questo è molto strano per un colpo esploso vicino alla tempia.

Il telefono di Sissy poi è stato ritrovato il giorno dopo la tragedia nell’armadietto del carcere, ma nelle immagini delle videocamere di sorveglianza dell’ospedale si vede l’agente portare la mano alla testa, come se stesse telefonando.

Poco prima, l’agente Sissy aveva denunciato storie di droga e di sesso tra agenti e detenute che, a dire della stessa, avrebbero avuto luogo nel carcere dentro cui lavorava. L’inviata Nina Palmieri delle Iene ha incontrato delle ex detenute di quel penitenziario che hanno confermato quanto denunciato da Sissy e aprono un nuovo scenario su tutta questa vicenda.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA