Lampedusa esplode nel silenzio dei tg: 16 sbarchi in 12 ore. Nell’hotspot (da 350 posti) 1300 migranti

24 Lug 2022 12:07 - di Davide Ventola
sbarchi Lampedusa

Sui tg e sui giornali non ha avuto risalto: non acchiappa clic come i proclami di Letta, le preoccupazioni della Pascale o i commenti della De Gregorio, eppure l’emergenza sbarchi a Lampedusa ha raggiunto livelli mai visti prima. Sedici sbarchi, tra la notte e l’alba, un vero e proprio record, per un totale di 522 migranti, si sono registrati da ieri all’alba a Lampedusa (Agrigento) dove, sabato, invece, c’erano stati un totale di 13 approdi con poco meno di 350 persone.

L’hotspot, con 1295 ospiti, è di nuovo in piena emergenza dopo la raffica di soccorsi al largo della più grande delle isole Pelagie e dopo gli approdi di numerosi barchini che sono riusciti a giungere direttamente la terraferma: fra Cala Pisana e molo Madonnina. Al momento, a quanto pare, non sono previsti trasferimenti per provare ad alleggerire la struttura di prima accoglienza che ha una capienza massima di 350 posti.

Bollettino dei 15 sbarchi a Lampedusa del 24 luglio

L’emergenza, a Lampedusa, è cominciata a mezzanotte di domenica quando 4 tunisini, fra cui una donna, sono approdati a Cala Pisana con un gommone di 2metri.
La Guardia di Finanza, poco dopo, a mezzo miglio dalla costa, ha intercettato un’imbarcazione di 13 metri, partita da Zawija (Libia), con 123 pakistani, bengalesi, egiziani e sudanesi.
La stessa motovedetta delle Fiamme gialle, nel rientrare in porto, ha intercettato un natante di 6 metri, partito da Zarzis (Tunisia), con a bordo 14 tunisini, fra cui 4minori.
A circa 4 miglia da Capo Ponente è stata invece bloccata una barca con 33 siriani ed egiziani, fra cui 10 donne e 2 minori.
Direttamente a molo Madonnina è giunto poi un barchino di 5 metri, partito da Zarzis (Tunisia), con a bordo 13 tunisini, fra cui 4 minori.
Sempre nello stesso punto, sono approdati altri 14 tunisini partiti da Djerba.

Arrivano in massa dalla Tunisia

A 3 miglia e mezzo dalla costa, la Guardia di Finanza è tornata a bloccare – ed è stato il settimo barcone della notte – 13 tunisini su una barca di 5 metri e poco dopo, a 6 miglia, altri 38 subsahariani, fra cui 16 donne e 4 minori.
All’alba sono sbarcati, dopo essere stati soccorsi a 19 miglia da Lampedusa, 41 bengalesi ed egiziani che erano su un’imbarcazione alla deriva.
All’ingresso del porto, è stato bloccato un natante di 10 metri, partito da Zuara in Libia, con 45 egiziani, bengalesi e marocchini. Poi un barchino con 18 tunisini, fra cui 3 donne, ed ancora altri 18,fra cui una donna e due minori.
Il tredicesimo barchino, partito da Djerba in Tunisia, aveva a bordo 13 migranti, fra cui 2 minori, ed è stato bloccato dalla Guardia di Finanza che ha anche fermato il viaggio di altri 24 tunisini su altre due barche.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA