Fioccano le “denunce” dei cittadini per il mancato uso del Pos: a Rimini multato un tabaccaio per 5 euro

21 Lug 2022 9:28 - di Leo Malaspina

Proseguono in tutta Italia le “denunce” di cittadini ai quali non viene consentito di pagare con il Pos e il bancomat, anche per cifre irrisorie, come accaduto nei giorni scorsi a Rimini. Nei giorni scorsi i militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza, a seguito delle nuove misure di legge introdotte per l’attuazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr), che hanno anticipato al 30 giugno scorso il termine a decorrere dal quale viene applicata la sanzione amministrativa pecuniaria per la mancata accettazione di pagamenti elettronici, hanno accertato la violazione commessa dal titolare di un Bar Tabaccheria che non ha permesso di effettuare l’acquisto di un pacchetto di sigarette per un valore di 5 euro ad un cliente in quanto non accettava pagamenti con il Pos asserendo di non averlo istallato.

I tabaccai, nei giorni scorsi, avevano chiesto l’esonero dall’obbligo del Pos.

Le multe per il mancato uso del Pos

Il controllo, condotto dalle Fiamme Gialle del Gruppo di Rimini, trae origine da una segnalazione effettuata da un cittadino mediante il “117” presso la Sala Operativa del Comando Provinciale Rimini. I militari hanno, pertanto, proceduto alla contestazione della violazione nei confronti della titolare dell’esercizio commerciale, nonché alla trasmissione del rapporto, al Prefetto di Rimini, Autorità competente per l’irrogazione della sanzione amministrativa pari a 30 euro, aumentata del 4% del valore della transazione per la quale è stata rifiutata l’accettazione del pagamento, con l’esclusione della possibilità di avvalersi del pagamento in misura ridotta.

Per continuare a leggere l'articolo sostienici oppure accedi

SUGERITI DA TABOOLA