Ferrara, pensionata trovata morta in casa: forse avvelenata. Arrestata la figlia di 38 anni

30 Lug 2022 16:17 - di Redazione

Orrore a Ferrara. È stata fermata la figlia della 62enne trovata morta in casa. La donna, 38 anni, è stata trasferita al carcere femminile di Bologna. Tutto è iniziato ieri sera quando, intorno alle 23, una coppia di cittadini si è presentata al Comando della Stazione dei Carabinieri di Ferrara Principale preoccupata per le sorti di un’amica: Sonia Diolaiti. Residente in via Ortigara. Che da un paio di giorni non rispondeva al telefono né al citofono di casa. Sul posto le pattuglie delle Stazioni di Ferrara e Porotto insieme ai vigili del fuoco, entrati nell’appartamento dalla finestra del primo piano.

Ferrara, donna trovata in casa morta

La donna era a terra, nel corridoio, morta ormai da qualche giorno. Sul corpo tracce compatibili con l’avvelenamento. Sono subito partire le procedure investigative del caso, coordinate dalla Procura della Repubblica di Ferrara. Con ausilio del medico legale e del personale addetto ai rilievi tecnico scientifici del Reparto Operativo e della Compagnia Carabinieri di Ferrara. I vicini hanno informato i militari che, al quarto piano dello stesso immobile, abitava la figlia della vittima.

Arresta la figlia di 38 anni che ha ammesso

La donna è stata immediatamente contattata e sentita in merito allo stato di salute. E ai rapporti che intercorrevano con la madre. Dopo pochi minuti la 38 enne rilasciava delle dichiarazioni, che venivano confermate anche durante l’interrogatorio, condotto dal Pm di turno  durato tutta la notte. La donna è stata sottoposta a fermo al termine dell’interrogatorio durante il quale è stata assistita dal difensore, avvocato Gianni Ricciuti.

L’interrogatorio durato tutta la notte

Sostanzialmente, da quello che si apprende, la donna avrebbe fatto ammissioni. “Noi ci siamo messi a disposizione fin da subito degli inquirenti, rispondendo a tutte le domande e non nascondendo nulla. È emersa una situazione di disagio psicologico, che necessiterà di ulteriori approfondimenti clinici”, ha detto il difensore. Al termine del sopralluogo la salma della 62enne, vedova e pensionata, è stata trasferita all’istituto di medicina legale di Ferrara per l’esame autoptico. Le indagini proseguono per accertare le cause dell’omicidio.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA