Tumore, in Sicilia la “Banca dei capelli” e un contributo di 300 euro per comprare le parrucche

sabato 14 Maggio 10:05 - di Agnese Russo
tumore parrucche

L’istituzione della “Banca dei capelli” e un contributo di 300 euro a favore delle donne che, a causa di tumore o alopecia, abbiano necessità di comprare parrucche. Sono le misure inserite nella finanziaria della Regione Sicilia, grazie all’impegno di Fratelli d’Italia. La norma prevede, inoltre, il coinvolgimento delle associazioni per facilitare l’accesso delle donne ai fondi.

FdI: «Un provvedimento di cui andiamo fieri»

«È un provvedimento del quale andiamo fieri e che viene incontro a tutte le donne che purtroppo vivono il dramma della perdita dei capelli a causa di patologie», ha commentato la capogruppo di FdI all’Assemblea regionale siciliana, Elvira Amata, insieme ai consiglieri regionali del partito Rossana Cannata e Gaetano Galvagno. La norma, fortemente voluta da FdI e inserita nella finanziaria approvata ieri notte da Sala d’Ercole, prevede un contributo per l’acquisto di una parrucca come presidio necessario al benessere di una persona ammalata.

“Banca dei capelli” e fondi per le parrucche per tumore e alopecia

Per la facilitazione della procedura di erogazione del contributo di 300 euro, è previsto il coinvolgimento e la collaborazione delle associazioni di donne e delle associazioni di volontariato che promuovono l’assistenza e il sostegno dei malati oncologici o affetti da alopecia in Sicilia e assumano la disponibilità a farsi carico, nell’ambito delle attività di informazione e sostegno alle donne, degli adempimenti necessari per l’inoltro dell’istanza. «Con la norma – hanno spiegato ancora i consiglieri siciliani di FdI – abbiamo anche istituito la “banca dei capelli” con la funzione di radicare la cultura della donazione e in via sperimentale per il 2022 vengono messi a disposizione 500mila euro».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *