Rampelli: «No alla scalata made in Germany su Ita. Vogliono colonizzarci, il governo che fa?»

8 Apr 2022 20:57 - di Redazione
“La Germania scomoda addirittura l’ambasciatore tedesco per farci capire quanto le interessi Ita, anzi l’Italia, con le sue rotte, le sue destinazioni, le sue ricchezze. Per le quali i turisti tedeschi hanno storicamente un debole”.  Così Fabio Rampelli commentando l’arroganza made in Germany e le interferenze sulla compagnia di bandiera tricolore che ha preso il posto di Alitalia.

Rampelli: Ita fa gola alla Germania

“Questo fa capire quanto Ita (e prima ancora Alitalia) sia un partner strategico. Per chiunque capisca un minimo di politiche turistiche e di piattaforme logistiche strategiche”, incalza il vicepresidente della Camera denunciando la permanenza ai vertice di Ita di un presidente come Altavilla.

L’obiettivo è colonizzare il trasporto aereo nazionale

“Un’operazione che dimostra semplicemente che l’intenzione principale del governo è quella di svendere la compagnia aerea di bandiera. La società subentrante infatti non è stata fatta per primeggiare, ma per depredare e fare un regalo alla Germania. Altrimenti – conclude il deputato di Fratelli d’Italia – si parlerebbe di quote italiane in Lufthansa o di presenza pesante dello Stato italiano in Ita. E non di una sostanziale colonizzazione per servire nel trasporto aereo il vecchio adagio Deutschland über alles”

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA