Incendio in un deposito di munizioni in Russia. Zelensky: “Mosca vuole smembrare l’Europa” (video)

mercoledì 27 Aprile 8:24 - di Carlo Marini
attacco deposito Munizioni

All’alba del 63mo giorno dall’invasione dell’Ucraina, una serie di esplosioni sono state avvertite nella città russa di Belgorod, vicino al confine ucraino, mentre un incendio è stato segnalato in un deposito di munizioni, secondo la Reuters. Secondo il governatore regionale Vyacheslav Gladkov nessun civile sarebbe stato ferito dalle fiamme divampate vicino al villaggio Staraya Nelidovka.

Dallo scoppio del conflitto, il 24 febbraio, i villaggi della regione di Belgorod, al confine con l’Ucraina, sono stati bombardati in diverse occasioni.

Zelensky: “Putin vuole andare oltre l’Ucraina”

Gli obiettivi della Russia vanno ben oltre quelli raggiungibili con la guerra contro l’Ucraina. Lo ha dichiarato il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, nel messaggio quotidiano, diffuso nella notte.

“L’obiettivo finale della leadership russa non è solo quello di impadronirsi del territorio dell’Ucraina, ma di smembrare l’intera Europa centrale e orientale e sferrare un colpo globale alla democrazia”, ha detto Zelensky.

Nel “mondo libero” praticamente tutti hanno capito che l’invasione dell’Ucraina è solo l’inizio, ha aggiunto il presidente, sottolineando che i continui attacchi all’Ucraina, ad esempio nella regione di Odessa nel sud del Paese o nel Donbass a est, porterebbero alla Russia solo “nuove perdite”.

Attacchi al deposito di munizioni di Belgorod e sull’isola dei serpenti

Oltre all’incendio nel deposito di munizioni di Belgorod, i russi registrano gravi perdite anche sull’isola dei Serpenti. Qui gli ucraini hanno colpito il posto di comando e distrutto il sistema missilistico antiaereo Strela-10. Lo riferisce l’esercito ucraino secondo quanto riporta la Ukrainska Pravda. “Nel frattempo, le nostre truppe continuano a combattere sulla frontiera occupata – afferma una nota – .Il nemico ha cercato di avanzare verso la regione di Mykolayiv vicino ai villaggi di Tavriyske e Nova Zorya, ma non ha avuto successo, ha subito perdite significative e si è ritirato”.   L’isola dei Serpenti è un’isola nel Mar Nero situata a 35 km dalle coste dell’Ucraina e della Romania. Fa parte del distretto di Kilija nell’oblast’ di Odessa, in Ucraina.

“Le truppe russe avanzano in modo meno rapido ma più metodico”

Secondo l’ultima valutazione del think tank dell’Institute for the Study of War (ISW), la Russia sta lentamente facendo progressi nell’invasione dell’Ucraina. L’organizzazione con sede a Washington ha affermato che le truppe russe si stanno muovendo in modo più metodico e meno rapido rispetto alle prime fasi della guerra e hanno iniziato a fare scelte militari “più solide”.

In particolare, vicino a Kharkiv nel nord-est, i russi stanno trovando meno resistenza. I combattimenti continuano nella città meridionale di Mariupol. Oltre alla roccaforte dello stabilimento Azovstal, gli ucraini “probabilmente ricoprono ancora posizioni importanti oltre lo stabilimento stesso”, ha affermato ISW. Nel frattempo, continuano gli attacchi sotto falsa bandiera russa nella vicina Moldova . Il think tank afferma che le esplosioni potrebbero essere uno sforzo per attirare le truppe filo-russe nella regione della Transnistria nel conflitto.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *