Il ricordo commosso di Donna Assunta Almirante, da Meloni a Bertinotti. Giovedì i funerali

martedì 26 Aprile 12:24 - di Redazione
assunta almirante

Citarle tutti sarebbe impossibile. Perché, come ha detto la figlia Giulina de’ Medici, sono «tantissime le dimostrazioni d’affetto» che stanno arrivando alla famiglia da quando si è diffusa la notizia della scomparsa di Donna Assunta Almirante, morta all’alba di oggi e i cui funerali si terranno giovedì alle 14 nella Chiesa degli Artisti di piazza del Popolo. Omaggi e ricordi giunti da ogni parte politica e così numerosi anche sui social da portare tra i trend di Twitter il nome della vedova di Giorgia Almirante, capace di suscitare rispetto e affetto al di là degli schieramenti e un ricordo particolarmente commosso anche da parte di Fausto Bertinotti.

Il ricordo di Giorgia Meloni: «Una donna straordinaria»

«Da poche ore Assunta Almirante ha raggiunto suo marito Giorgio. Una donna straordinaria, schietta, intelligente. Un pilastro della memoria storica della destra italiana. A nome mio e di Fratelli d’Italia esprimo il più profondo cordoglio per questa scomparsa, insieme al rispetto e alla gratitudine per ciò che Donna Assunta ha rappresentato per tutti noi. Addio, Donna Assunta», ha scritto sui suoi social, Giorgia Meloni. Un cordoglio al quale si sono uniti esponenti di tutto il partito, postando ciascuno un ricordo, una foto, un pensiero.

Bertinotti: «Una donna libera e carica di simpatia»

«Mi dispiace che sia venuta a mancare Assunta Almirante», sono state poi le parole di Bertinotti, che ha ricordato il «rapporto umano» instaurato con Donna Assunta, nonostante le «posizioni naturalmente inconciliabili, essendo l’antifascismo la nostra cifra, fin dall’opposizione al congresso del Msi nel 1960 con quella che definivamo la “nuova Resistenza” poi rilanciata nel “biennio rosso” del ’68-’69». «Quindi, la militanza su fronti opposti è sempre stata molto marcata. Tuttavia – ha detto l’ex presidente della Camera e segretario di Rifondazione comunista, parlando con l’Adnkronos – sul finire del Novecento, c’è stata la conoscenza di questa donna dotata di libertà di pensiero e di una carica di simpatia che hanno consentito un rapporto umano capace di rendere gradevole la conversazione. Ecco perché la notizia della sua scomparsa mi dispiace».

Gasparri: «Ha segnato un’epoca della vita italiana»

È stato Maurizio Gasparri a sottolineare poi che «Donna Assunta Almirante ha segnato un’epoca della vita italiana». «Generosa, prodiga di consigli, sincera, infaticabile custode della memoria di Giorgio Almirante, ha rappresentato nel tempo un punto di riferimento per tanti. Il suo affetto – ha concluso il senatore di FI – è stato un privilegio per molti di noi. La ricordo con affetto e con commozione».

Storace: «Un’emozione fortissima, ci mancherà»

E, ancora, Francesco Storace, dando notizia del fatto che «Assunta Almirante ha raggiunto Giorgio in Cielo» in un articolo scritto con «un’emozione fortissima», ha ricordato che «ha vissuto con onore nella memoria del leader amato da tutti noi». «Ci mancherà», ha concluso il direttore del Tempo. 

«Una delle donne più affascinanti e influenti di Roma»

«Buon viaggio e una preghiera per donna Assunta Almirante, cent’anni vissuti intensamente», ha twittato Matteo Salvini, mentre Gianfranco Rotondi, postato una foto di Donna Assunta con Silvio Berlusconi, ha dato l’addio a «una delle donne più affascinanti e influenti di Roma». Di «profondo dolore e grande commozione» ha parlato anche Stefania Craxi, parlando di «una donna straordinaria, tenace e passionaria, che mi onorò della sua amicizia».

Il ricordo di Cristiana Muscardini

“Con la scomparsa di Donna Assunta Almirante viene a mancare una importante testimone di un’epoca, recente eppure lontanissima, della nostra storia. Difficile per chi è abituato a confrontarsi col mondo nell’immediatezza di un Twitter, spesso non ragionato a sufficienza per capirne le eventuali conseguenze, comprendere una realtà politica ed economica nelle quale si intrecciavano avvenimenti tragici e delitti ideologici efferati mentre le comunicazioni erano affidate a poco più di un telefono fisso”. Sono le parole di Cristiana Muscardini. “Chiunque abbia vissuto i lunghi anni che hanno portato l’MSI da movimento marginale a motore di una nuova corrente di pensiero, che tentava di unire i valori della tradizione con le necessità ed urgenze del progresso, sa come quegli anni siano stati formativi e come il percorso indicato sia ancora in gran parte da percorrere. Donna Assunta ha conosciuto i dubbi, le inquietudini, le accelerazioni ed i rallentamenti, i tradimenti e le ingiustizie, i dolori e le disperazioni per tante vittime colpite dall’odio perché condivideva con Giorgio Almirante la strada difficile del Movimento Sociale italiano. Vogliamo ricordarla tenendo dentro di noi alcuni lontani ricordi che appartengono a un comune vissuto e la immaginiamo ora, elegante e sorridente, battagliera come sempre, mentre affronta questa nuova avventura che prima o poi tocca a tutti”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Davide 26 Aprile 2022

    Riposa in pace Donna Assunta!

  • Ezio 26 Aprile 2022

    Assunta e Giorgio di nuovo insieme come me li ricordo a Levico che loro tanto amavano