Il Cremlino replica a Biden: «Putin macellaio? Pensate a quello che avete fatto in Jugolsvia»

26 Mar 2022 18:38 - di Fortunata Cerri
Putin

Putin è un macellaio“. Così il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, avrebbe definito il suo omologo russo, Vladimir Putin, dopo aver incontrato un gruppo di rifugiati ucraini a Varsavia. La Cnn riporta che alla domanda dei giornalisti su cosa pensi di Putin, vista la guerra tra Russia e Ucraina, dopo l’incontro con i rifugiati, Biden avrebbe risposto: “E’ un macellaio”.

“Putin è un macellaio”, la replica del Cremlino

Immediata la replica del Cremlino. Gli “insulti” del presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, “restringono le possibilità” di un miglioramento dei rapporti tra Washington e Mosca, secondo quanto ha dichiarato alla Tass il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov. «È strano sentire le accuse contro Putin da parte di Biden, che chiese di bombardare la Jugoslavia e uccidere persone», ha aggiunto.

Medvedev: ecco in quali casi la Russia potrebbe usare le armi nucleari

Intanto, secondo il vice segretario del Consiglio di sicurezza ed ex presidente russo Dmitry Medvedev , la Russia potrebbe usare armi nucleari in quattro casi. Li elenca la Pravda Ucriana, citando l’Agenzia di propaganda russa Rbc. Secondo Medvedev, Mosca potrebbe usare armi nucleari non solo se il suo territorio venisse direttamente colpito da armi analoghe, ma anche se queste fossero usate contro i suoi alleati.

Invasione delle strutture critiche

Il terzo caso in cui sarebbe possibile per la Russia ricorrere alla potenza atomica sussisterebbe di fronte a un’invasione delle infrastrutture critiche, a seguito della quale le forze di deterrenza nucleare russe sarebbero paralizzate. Il quarto caso sarebbe infine quello di un atto di aggressione contro la Russia o i suoi alleati, a seguito del quale l’esistenza del paese fosse minacciata.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA