Migranti: le Ong, Mimmo Lucano e la sinistra festeggiano Bergoglio e Fazio. “Bravi, accogliamo tutti”

7 Feb 2022 19:38 - di Leo Malaspina
Migranti, all'indomani dell'ospitata del Papa su Rai3, si è scatenata contro chiunque non declini il verbo dell'accoglienza per tutti...

“Ci sono paesi che col calo demografico che vivono, penso alla Spagna, all’Italia, che hanno bisogno di gente. Un migrante integrato aiuta quel paese”, aveva detto papa Francesco intervistato da Fabio Fazio su “Che tempo che fa”, ieri sera. Apriti cielo. Musica per le orecchie a sinistra, che oggi, all’indomani dell’ospitata del Papa su Rai3, si è scatenata contro chiunque non declini il verbo dell’accoglienza a tutti i migranti. Le Ong, con Luca Casarini e Open Arms in testa, la sinistra di Fratojanni e il sindaco condannato per peculato e associazione a deliquere, Mimmo Lucano, festeggiano il Papa che vuole accogliere tutti e premono sul governo, col povero Salvini costretto a difendersi di stare dalla parte di chi gestisce i lager libici.

I migranti e l’accoglienza chiesta da Bergoglio e Fazio

“Non si può non essere d’accordo con il Papa. Le sue parole sono l’essenza stessa della dimensione umana, prima ancora che cristiana. L’indifferenza è colpevolezza”, dice Mimmo Lucano, l’ex sindaco di Riace, condannato dal Tribunale di Locri a 13 anni e 2 mesi per associazione a delinquere, abuso d’ufficio, truffa e peculato nell’ambito dell’inchiesta sulla gestione dei progetti di accoglienza, commenta così con l’Adnkronos le parole pronunciate dal Pontefice ieri da Fazio. In diretta tv Bergoglio ha richiamato l’Europa alle proprie responsabilità, non esitando a definire “criminale” quanto accade sull’altra sponda del Mediterraneo e “lager” i centri di detenzione in Libia. “Dopo le parole chiare e nette di Papa Francesco ieri sera a ‘Che tempo che fa‘ sul comportamento criminale verso i migranti e i lager in Libia, in molti ora dovrebbero nascondersi per la vergogna”, scrive su Facebook il segretario di Sinistra italiana, Nicola Fratoianni. 

Le Ong scatenate dall’appello del Pontefice

“Papa Francesco è oggi l’unica voce che si alza in difesa dei più vulnerabili, ma anche in difesa dei principi che sono alla base delle nostre Costituzioni”, dice all’Adnkronos Veronica Alfonsi, portavoce di Open Arms Italia, all’indomani dell’intervista del Santo Padre. “Le parole di Papa Francesco vanno prese nella loro interezza e ognuno, cristiano o ateo, ci rifletterà. L’unica cosa che posso dire è che questo messaggio rafforza in me ancora di più la spinta a lottare, per esempio, contro gli orrori del nostro tempo”, aggiunge Luca Casarini, capomissione di Mediterranea Saving Humans,

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA