Caro bollette, si va verso un intervento da sei miliardi: terminata la cabina di regia

venerdì 18 Febbraio 12:55 - di Federica Argento

Caro bollette: ammonterebbe a circa 6 miliardi l’intervento nel dl energia al quale sta lavorando il governo. Lo schema presentato in cabina di regia, riportano alcune fonti presenti all’Adnkronos, sarebbe il seguente: 3 miliardi per un intervento sul secondo trimestre, come sul primo, per l’energia elettrica; 1,7 mld per un intervento sul secondo trimestre come sul primo per il gas; 200 milioni per le cosiddette energivore; 500 milioni per le imprese gasivore e infine 250 mln per gli enti territoriali alle prese con l’aumento delle bollette; a cui si sommano 400 milioni destinati alle Regioni per i rincari di luce e gas negli ospedali, determinati dall’emergenza Covid..

Caro bollette: Cdm nel primo pomeriggio

Poi, spiegano le stesse fonti, ci sarebbero interventi extra non ancora quantificati: come sull’automotive, i microprocessori, il prezzo delle opere pubbliche: questo renderebbe non ancora chiara la dote complessiva del provvedimento. E’ durata circa un’ora e mezzo a Palazzo Chigi la cabina di regia tra i capidelegazione delle forze di maggioranza e il premier Mario Draghi sul dl energia. Alla riunione erano presenti anche i ministri Daniele Franco e Roberto Cingolani. Nel primo pomeriggio dovrebbe poi tenersi il Consiglio dei ministri e al termine una conferenza stampa del premier Draghi che spiegherà le misure. In questa conferenza stampa post Cdm, che dovrebbe tenersi verso le 15.30, saranno presenti anche i ministri dell’Economia Daniele Franco; dello Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti, della Transizione ecologica Roberto Cingolani.

Caro bollette, Lega: “Accolte molte nostre richieste

Intanto “grande soddisfazione della Lega”, trapela da via Bellerio. “Sono state accolte molte delle richieste” del partito di Matteo Salvini. In particolare: “aiuto alle famiglie e alle imprese per fronteggiare l’aumento delle bollette; l’incremento della produzione nazionale di gas, la semplificazione per la crescita di energie rinnovabili; l’intervento fiscale sugli enormi guadagni di poche grandi aziende da redistribuire a migliaia di piccole imprese”, spiegano fonti della Lega.

Alla riunione presieduta da Mario Draghi hanno partecipato i ministri Elena Bonetti (Iv), Andrea Orlando (Pd), Roberto Speranza (Leu), Maria Stella Gelmini; Renato Brunetta (Fi) e Giancarlo Giorgetti (Lega). Oltre al ministro dell’Economia Daniele Franco e al sottosegretario alla presidenza Roberto Garofoli. Il ministro dell’Economia, secondo quanto si apprende, in apertura della riunione ha illustrato ai colleghi un testo di una trentina di articoli; che oltre agli interventi sull’energia contiene anche le correzioni alla cessione dei crediti di imposta legati ai bonus edilizi, compreso il Superbonus.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *