Schede segnate, Fico adotta un metodo per neutralizzarle: leggerà solo il cognome

24 Gen 2022 14:51 - di Redazione
Fico

Il presidente della Camera Roberto Fico durante lo spoglio delle schede per l’elezione del Capo dello Stato leggerà solo il cognome quando è inequivocabile. Leggerà nome e cognome, invece, nel caso in cui entrambi siano riportati nella scheda e la lettura del solo cognome non consenta l’univoca attribuzione del voto. Lo ha annunciato Roberto Fico all’Ufficio di presidenza congiunto.

Un sistema, quello delle schede segnate, che rende così riconoscibili i voti dei partiti o delle cordate che puntano su un nome.

Ci furono polemiche sulle schede segnate proprio nell’ ultima votazione per il Capo dello Stato. Infatti in quell’occasione  la Presidente della Camera Laura Boldrini scelse di leggere esattamente tutto ciò c’era scritto su ogni scheda. Esempio: “Sergio Mattarella” o soltanto “Mattarella” a seconda che il nome fosse indicato o no.
Secondo le indiscrezioni, qualche aspirante Presidente conterebbe molto sulla conferma di questo approccio per capire approssimativamente quanti voti mancheranno rispetto a quelli che aveva previsto. Basterà chiedere a un gruppo di scrivere solo il cognome, a un altro nome+cognome e all’altro ancora cognome+nome. Così le schede sono “segnate”.
Il metodo che Roberto Fico ha scelto costituisce dunque una contromossa per neutralizzare questo sistema e rendere vani i giochi tra partiti.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA