Riconciliazione da incubo, all’apice di una lite per gelosia, studente di medicina taglia il dito alla ex

martedì 11 Gennaio 10:10 - di Greta Paolucci
taglia dito alla ex

Dramma della gelosia che poteva degenerare in tragedia. All’apice di una furiosa lite per gelosia, scoppiata dopo una notte di riavvicinamento, finisce nel sangue: con lui che, coltello in pugno, prova a colpire lei e alla fine assesta il fendente che taglia il dito alla ex. Un litigio assurda che diventa una colluttazione feroce che poi sfocia in un epilogo agghiacciante: è racchiusa in questi momenti la vicenda avvenuta due giorni fa a Roma, in zona Tor Vergata. Una tragedia sfiorata che ha portato una coppia di ex fidanzati, rispettivamente: lui – studente di medicina 28enne – in carcere con le accuse di lesioni e di tentato omicidio. Lei – che studia Chimica all’università di Tor Vergata – in ospedale con un dito mozzato…

Roma, furiosa lite per gelosia: studente di medicina taglia il dito alla ex

La separazione qualche mese fa, a causa delle continue liti e dell’aggressività ed eccessiva gelosia di lui. Una timida ripresa dei contatti, affidata a uno scambio di messaggi durante le vacanze di Natale. Poi giorni di telefonate che hanno portato alla decisione di rincontrarsi e di riprovare a uscire insieme. Lei persuasa che l’aspirante medico fosse cambiato. Convinta che non l’avrebbe più spaventata con minacce e scatti improvvisi di rabbia. Così, nei giorni scorsi, decide di dare un’altra possibilità alla: e  accetta l’invito dell’ex a uscire e finisce per trascorrere insieme a lui la serata. Il mattino successivo, però, tutto ricomincia e il vortice di ira e di violenza la inghiotte nuovamente in un incubo che la giovane credeva superato

Il riavvicinamento nelle vacanze di Natale dopo la separazione di qualche mese prima

La gelosia torna a insinuarsi nella mente del ragazzo. Quella notte insieme non lo ha rassicurato. O quanto meno, al risveglio il gorgo della gelosia folle è tornato a risucchiarlo incontrollabilmente. Tanto che, quando la ex fidanzata gli nega il telefono che lui vuole controllare, logorato dal sospetto che durante la loro pausa lei possa aver frequentato un altro, lo scontro verbale diventa fisico. Neppure il cedimento di lei, che stremata dalla colluttazione e terrorizzata dalla situazione, consegna il cellulare nelle mani del suo aguzzino, riporta la calma. Anzi: quando il ragazzo scopre l’esistenza di una chat tra la ragazza e un altro suo ex, torna a diventare una furia. La afferra per il collo. Le sbatte violentemente la testa contro il muro. La insegue per tutta casa minacciandola e insultandola. Poi, arrivati in cucina, afferra un coltello e cerca di colpirla. Finché uno dei fendenti la ferisce alla mano.

Lui la insegue per tutta casa con un coltello in mano: taglia il dito alla ex poi chiama i soccorsi…

E proprio un istante dopo che la lama ha reciso una parte del pollice della ragazza, il giovane in un attimo di resipiscenza, realizza la gravità di quanto appena fatto. Chiama i soccorsi: il 188 la porta in ospedale, da cui uscirà con una prognosi di 21 giorni. Lui, invece, finisce in mano agli agenti. Gli inquirenti poi, ascoltata la vittima che ha sporto denuncia, dispongono l’arresto dell’ex fidanzato. Il pm titolare del fascicolo chiede la custodia in carcere. Le accuse, per il 28enne studente di medicina, sono di lesioni e tentato omicidio

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *