Non ha il Green pass, passeggero si barrica nel bagno del treno in partenza da Roma Termini

27 Gen 2022 11:03 - di Marta Lima

Proseguono i controlli da parte dei Carabinieri del Comando Provinciale di Roma volti a verificare il rispetto delle norme per il contenimento e la gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19 sul Green pass. In particolare, ieri sera, i Carabinieri del Nucleo Scalo Termini sono intervenuti su segnalazione di un addetto alla protezione aziendale dello scalo ferroviario, nei pressi di un binario, dove era in partenza un treno regionale per Scauri, con a bordo una persona che si era barricata nel bagno, al fine di sottrarsi al controllo del personale. Dopo diversi minuti di trattative, l’uomo, un romano di 47 anni, ha deciso di aprire la porta ed è stato fatto scendere dal treno che è potuto così partire, con una decina di minuti di ritardo. L’uomo, privo di biglietto e del green pass, è stato quindi sanzionato per il mancato possesso della certificazione e denunciato per interruzione di un pubblico servizio.

Green pass, una valanga di multe

Nelle ultime ore invece, i Carabinieri della Compagnia di Roma San Pietro hanno controllato complessivamente 309 persone e 32 attività commerciali, elevando sanzioni per complessivi 2520 euro. In particolare, in via Candia sono state sanzionate due persone perché sorprese senza mascherina; due locali sono stati sanzionati per non aver esposto il cartello riportante il numero massimo di persone ammesse contemporaneamente; il titolare di una lavanderia e due di due phone center, sorpresi senza indossare la mascherina all’interno dei loro esercizi commerciali ed infine il titolare di un’attività, per aver fatto accedere all’interno del locale una persona sprovvista di green pass, anch’essa sanzionata.

Sempre nella giornata di ieri, i Carabinieri della Compagnia Roma Eur hanno controllato 145 persone e 12 esercizi commerciali elevando sanzioni amministrative per un importo di 1200 euro, nei confronti dei titolari di due negozi sorpresi a svolgere la propria attività lavorativa privi di certificazione verde. A Tivoli, i Carabinieri della locale Compagnia hanno eseguito verifiche presso il capolinea dei bus in arrivo dalla Capitale e lungo le vie commerciali, controllando 140 persone, 12 delle quali sanzionate per mancato possesso del green Pass e 11 per il mancato utilizzo della mascherina Ffp2.

Anche esercizi commerciali nel mirino

I Carabinieri della Compagnia di Anzio hanno invece controllato complessivamente 54 persone e 16 esercizi commerciali. Il titolare di un esercizio commerciale è stato sanzionato per aver permesso ad un dipendente, anche lui sanzionato, di svolgere la propria attività lavorativa senza essere in possesso del green pass.

Sempre nella giornata di ieri, i Carabinieri della Compagnia di Colleferro hanno eseguito una verifica all’interno di un bar di Montelanico (Roma), sanzionando un cliente che stava consumando all’interno del locale senza essere in possesso di Green Pass e il titolare dell’esercizio per non aver attuato il controllo circa il possesso del certificato all’accesso al locale. A Colleferro, nei pressi della fermata dei treni, i militari hanno sanzionato un giovane che era appena sceso dal treno proveniente da Roma-Termini, sprovvisto della mascherina.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA