Lo studio su 14.000 molecolari a dicembre: il 67% è asintomatico, l’età media dei contagiati sotto i 50 anni

mercoledì 12 Gennaio 13:51 - di Roberto Frulli
Omicron

Nel solo mese di dicembre hanno eseguito 14mila tamponi molecolari scoprendo che il 35 dei contagiati da Covid ha sintomi lievi, che il 67 per cento dei positivi è asintomatico e che, in media, le persone contagiate sono under 50.

E ora Artemisia Lab che, con il suo team scientifico e la rete di centri sul territorio ha approfondito questo e altri aspetti della pandemia da Coronavirus, tratteggia, in uno studio, l’identikit dei positivi di oggi e con che tipo di infezione fanno i conti mentre imperversa la variante Omicron di Sars-CoV-2 continuando la sua ascesa e i contagi Covid in Italia mettono il turbo.

Dallo studio che ha preso in considerazione le migliaia di tamponi fatti dal team emerge che la maggior parte delle persone risultate positive al virus, il 67 per cento, è asintomatica, con una età media inferiore 50 anni.

Solo il 2 per cento risulta avere sintomi severi e il 35 per cento ha manifestato sintomi di lieve entità quali febbre, spossatezza, mal di gola e raffreddore.

Il monitoraggio mensile del coronavirus Sars-Cov-2 in Italia , rivela Artemisia Lab riportando i risultati della ricerca, colloca il Lazio al quinto posto della distribuzione regionale dei casi attualmente positivi, rilevando come da qualche mese si ha un incremento progressivo dei ‘nuovi’ casi, facendo così subire un’impennata alla curva epidemiologica nel periodo pre e post-festività natalizie, definendola come quarta ondata.

Questo è dipeso – spiegano gli esperti – sia dal’incremento dell’attività di testing, intesa come numero di tamponi, sia dall’aumentata circolazione virale intesa come incremento del tasso di positività a causa dell’avanzare della nuova variante Omicron, la quale è molto più contagiosa della Delta, come è emerso da studi di letteratura pubblicati sulle maggiori riviste scientifiche.

Nei centri della rete Artemisia Lab, sono stati eseguiti nel mese di dicembre un totale di circa 14mila tamponi molecolari, di cui 1.671 positivi.

Le dosi di vaccino anti-Covid somministrate nel Lazio sono state circa 12 milioni.

In particolar modo, da una metanalisi condotta dalla rete Artemisia Lab, è emerso come i soggetti risultati positivi con una sola dose risultano essere il 20%, quelli con la doppia dose il 35% e quelli con la dose booster circa il 4%.

Mentre i soggetti senza alcun vaccino risultano essere circa il 45%, ma con sintomi più importanti dei soggetti vaccinati e necessità di cure o ricovero ospedaliero.

“Ovviamente – dicono da Artemisia Lab – le percentuali fanno riferimento alle richieste avvenute nel nostro centro e non può essere considerato come distribuzione di normalità statistica su larga scala“.

Inoltre, segnalano gli esperti, “la variante Omicron potrebbe influire sui risultati dei tamponi nasali antigenici con un’incidenza di falsi negativi.

Uno dei motivi potrebbe essere la sede di infezione preferenziale, non più nelle cavità nasali, bensì in gola.

Sarebbero quindi consigliati i test antigenici su saliva . Che, però, non sono autorizzati per il rilascio del Green pass in Italia.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *