Beccato sul bus senza Super Green pass e senza mascherina: il primo multato è a Roma

lunedì 10 Gennaio 13:29 - di Redazione
controlli Green Pass bus

I controlli del Super Green Pass sui bus scattati quest’oggi, sono cominciati dall’alba. E allora è di Roma il primato del primo cittadino che gli agenti della polizia Locale hanno multato, per averlo intercettato sprovvisto del certificato verde. Il destinatario della sanzione è un 39enne che, oltre a non avere la necessaria certificazione vaccinale anti-Covid, non indossava neppure la mascherina. Così, intercettato dagli uomini della Polizia locale al capolinea di piazza dei Cinquecento, nei pressi della Stazione Termini, non ha potuto far altro che scendere dal mezzo pubblico e intascare l’ammenda.

Controlli del Green pass sul bus: multato a Roma il primo trasgressore

La sanzione, come spiega tra gli altri il sito di Roma Today riferendo sul caso del primo multato nella capitale, «ammonta a 400 euro. Ridotta a 280 se pagata entro due giorni». E a quanto risulta dai resoconti sulla vicenda di questa mattina. E dagli schieramenti messi in campo per controlli e sanzioni, sarà difficile per i trasgressori evitare di incappare nelle verifiche a tappeto. O schivare comunque il rischio di poter essere multati. Per il rispetto dei provvedimenti stabiliti in materia di contrasto alla pandemia, infatti, al fianco degli agenti della polizia locale figurano anche membri del personale Atac, impegnati per l’accertamento sui biglietti. L’uso delle mascherine Ffp2 e la verifica del Super Green pass. Complessivamente, riferisce Roma Today, «i controllori della municipalizzata in campo sono 250».

Controlli e multe anche tra i banchi di un mercato a Pisa

Non solo Roma, non solo mezzi di trasporto pubblico. Oggi a Pisa, per esempio, i vigili hanno consegnato quattro multe da 400 euro, una per ciascun ambulante sorpreso al mercato cittadino di Ponte a Egola, in quanto trovati senza green pass. La Polizia Municipale di San Miniato (Pisa) alle prese con i controlli hanno intercettato quattro tra responsabili o lavoratori di due banchi, che non erano in possesso della certificazione verde, come previsto dagli ultimi provvedimenti del Governo. Due di loro hanno smontato il banco e se ne sono andati, non senza polemiche. Mentre gli altri due, che gli agenti della Municipale hanno allontanato, hanno lasciato al banco gli altri operatori, in regola con il certificato verde.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *