Botox e filler ai cammelli per il concorso di bellezza in Arabia Saudita: 40 cacciati dalla sfilata

giovedì 9 Dicembre 18:07 - di Paolo Lami

Non devono indossare il tradizionale costume intero e sgambato delle Miss e neanche incedere sui tacchi alti slanciando le gambe lunghe e flessuose né rispondere a improbabili domande con altrettanto improbabili risposte ma al King Abdulaziz Camel Festival, il più importante concorso di bellezza per cammelli in Arabia Saudita che prevede un premio da 66mila di dollari per il vincitore gli animali debbono certamente esibire labbra carnose e pendenti, naso grosso e una gobba ben fatta. Tutto, naturalmente, come mamma li ha fatti.

Parrebbe ovvio, ancorché si tratti cammelli, che questi tratti distintivi, fissati rigidamente dalle linee guida dell’Arabia Saudita e valutati durante il concorso di bellezza ad hoc, debbano, insomma, essere naturali.

Parrebbe. Ma così non è. Al punto che più di quaranta cammelli sono stati squalificati dai giudici del King Abdulaziz Camel Festival, perché, come spiega l’agenzia di stampa saudita Spa, gli esaminatori utilizzando una tecnologia ”avanzata” per verificare eventuali – e vietati – interventi estetici sugli animali, hanno scoperto, mai come quest’anno, decine di “ritocchini” – vietati – con filler e e botox.

La valutazione dei giudici non ha lasciato scampo ai cammelliritoccati.

Tutti i cammelli concorrenti, Miss o Mister che fossero, sono stati prima portati in una sala, dove sono stati valutati l’aspetto esteriore e i movimenti. Le loro teste, i colli e i torsi sono stati quindi scansionati con apparecchiature a raggi X e a ultrasuoni. Quindi sono stati prelevati campioni per eseguire test genetici. E sono saltate fuori le magagne.

La Spa spiega che ventisette cammelli sono stati squalificati per aver allungato parti del corpo e 16 cammelli per aver ricevuto iniezioni di botulino.

L’obiettivo, hanno dichiarato gli organizzatori del concorso di bellezza per cammelli, è quello di ”fermare tutti gli atti di manomissione e inganni nell’abbellimento dei cammelli“. Ai “manipolatori” sono state promesse “sanzioni gravi“.

Gli stessi organizzatori hanno rivelato alla Spa che il Botox è stato iniettato nelle labbra, nel naso, nelle mascelle e in altre parti del corpo dei cammelli per rilassare i muscoli.

Inoltre i filler di collagene sono stati usati per ingrandire le labbra e il naso, gli ormoni sono stati somministrati per aumentare la crescita muscolare degli animali.

Nella corsa a questa follia estetica ai cammelli sono stati poi applicali degli elastici che stringevano gli animali in alcuni punti per rendere le parti del corpo più grandi del normale limitando l’afflusso di sangue.

Il King Abdulaziz Camel Festival è il concorso di bellezza per cammelli più importante al mondo, iniziato il primo dicembre durerà quaranta giorni.

Secondo i media sauditi, quest’anno all’evento stanno partecipando 33mila proprietari di cammelli provenienti da Stati Uniti, Russia e Francia.

Ogni giorno sono attesi anche 100mila turisti nel luogo del festival, che si trova a un centinaio di chilometri a nord-est di Riad.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *