Roma, romeno punta un coltello alla gola di due giovani che avevano prelevato soldi al bancomat

martedì 2 Novembre 11:45 - di Paolo Sturaro
bancomat

Un romeno rapina a mano armata due ragazzi a Roma in pieno giorno. Avevano appena ritirato contanti allo sportello bancomat. L’aggressione ha avuto luogo a Capannelle. L’uomo aveva un coltello tra le mani e l’ha puntato alla gola di uno dei giovani. Ha messo così le mani sulla somma che i due avevano prelevato per poi fuggire su un’auto. Le vittime hanno chiamato la polizia e hanno fornito la descrizione del bandito. Immediatamente gli agenti hanno dato il via alle indagini.

Rapina dopo il prelievo al bancomat, l’arresto

A Centocelle una pattuglia ha fermato un giovane che guidava un’auto della stessa marca e colore di quella usata dal bandito. L’uomo alla guida è stato identificato: era un romeno di 20 anni. Il giovane, in manette, è stato fatto vedere alle due vittime che non hanno avuto nessun dubbio ad indicarlo come il bandito che li aveva rapinati poco prima. In tasca gli sono state trovate alcune banconote che erano dello stesso taglio e la stessa somma di quelle rapinate ai due ragazzi a Capanelle.

Probabile l’esistenza di un complice

Il giovane romeno deve ora rispondere alle accuse di rapina aggravata e ricettazione, visto che la Golf è risultata rubata. Come riporta il Messaggero, è molto probabile l’esistenza di un secondo uomo che abbia svolto le funzioni da palo. Per questo, gli investigatori analizzeranno il traffico telefonico sul cellulare sequestrato all’arrestato.

Per continuare a leggere l'articolo sostienici oppure accedi