Lo schiaffo del M5S agli italiani: reddito di cittadinanza agli immigrati da 5 anni in Italia

martedì 30 Novembre 21:01 - di Paolo Lami

Uno schiaffo in faccia agli italiani costretti a pagare per gli immigrati: l’ultima trovata dei Cinque Stelle è il reddito di cittadinanza agli stranieri che sono in Italia da almeno 5 anni. Spunta un emendamento del Movimento 5 Stelle alla manovra che prevede di ridurre i tempi per l’ottenimento del Reddito di cittadinanza per gli stranieri.

L’ultima trovata dei Cinquestelle

L’emendamento del M5S, infatti, prendendo spunto dalle osservazioni presentate dal Comitato scientifico per la valutazione del Reddito di cittadinanza e “per mitigare la proposta” prevede di ridurre il requisito della residenza da 10 a 8 anni per il 2022 e da 8 a 5 anni per il 2023. E subito scatta la polemica all’interno del governo con la Lega.

Mollicone: provvedimento rasenta il voto di scambio

”I 5 stelle stanno distruggendo l’etica del lavoro con un provvedimento che rasenta il voto di scambio – sbotta il parlamentare di Fratelli d’Italia, Federico Mollicone. – Se fossimo al governo aboliremmo il reddito di cittadinanza per finanziare un vero cuneo fiscale che possa produrre veri posti di lavoro e abbattere il costo fiscale del lavoro”.

Grana nel governo, scintille M5S-Lega

Aumentano le bollette, milioni di italiani rischiano di rimanere al freddo e senza lavoro, ma il M5s si concentra a dimezzare i tempi per far avere il Reddito di cittadinanza agli stranieri“: è il  commento dei capigruppo di Camera e Senato della Lega Riccardo Molinari e Massimiliano Romeo. “Solo quest’anno – rilevano – sono stati spesi oltre 9 miliardi per una misura che troppo spesso ha regalato soldi a finti poveri e furbetti. La Lega lavora invece per aiutare in concreto famiglie e imprese. Recuperando risorse attraverso una riforma del Reddito di cittadinanza che deve rimanere un sussidio destinato a chi realmente ne ha bisogno e non un incentivo a non lavorare. Questione di priorità”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Giuseppe Forconi 7 Dicembre 2021

    Cosa altro pensavate fossero questi emendamenti pro migrazione e contorni??? Altro non sono che paghette o mancette per assicurarsi piu’ voti alle elezioni.
    Cosa direbbero i cari migranti fannulloni se sapessero che una volta votato a favore dei 5 barbagianni, non vedranno un centesimo, perche’ per quanto se ne parli e si promette, i soldi non ci sono e se ci fossero, non saranno certo disponibili per i migranti ma solo per loro avide tasche.
    Come si faccia a credere a questa gente, e’ veramente incomprensibile. Peggio e’ capire come vengono lasciati liberi di gestire il tutto.

  • Giuseppe 1 Dicembre 2021

    molto spesso mi chiedo quando finirà questo schifo,mi meraviglio come i partiti di centro destra non si oppongono con forza a queste proposte che servono solo a sperare di ottenere voti alle prossime elezioni.E’ vergognoso.

  • Giuseppe Forconi 1 Dicembre 2021

    Ma questi non sono i soli schiaffi che i 5 stelloni ed il PD ci hanno dato, ce ne sono di piu’ e di peggio, piu’ quelli che ci daranno.
    Quello che fa rabbia, che ci sono svariate migliaia di rimbambiti che li hanno votati e che li adorano, ammazza quante capocce piene di segatura, tutta brava gente.

  • ADRIANO AGOSTINI 1 Dicembre 2021

    L’Italia: la Mecca degli immigrati. Adesso sai quanti ne verranno a vivere senza lavorare. D’ora in poi gli immigrati non sogneranno più la Germania o l’Inghilterra ma sogneranno l’Italia, il paese dei balocchi.

  • rino 1 Dicembre 2021

    Stanno comprando elettori.
    Se non li cacciamo a calci svenderanno anche i resti dell’Italia che hanno distrutto.

  • Paolo 1 Dicembre 2021

    grandinata di fine luglio 2021, 150000 euro do danno su fabbricati rurali: non si è fatto vivo nessuno ( stato, regione, provincia…. nessuno !). Il primo che si farà vivo sarà il comune che a dicembre vorrà l’IMU sulla casa colonica che era di mia madre e che ho ereditato. Vai coi soldi a pioggia senza lavorare.

  • eddie.adofol 1 Dicembre 2021

    RIVOLUZIONE – RIVOLUZIONE – RIVOLUZIONE .