L’autogol di Conte sulla Rai scatena Feltri: “Un suicidio politico, senza tv il M5S è finito”

giovedì 18 Novembre 14:34 - di Lucio Meo
vittorio Feltri

“Conte e i suoi non vanno più in Rai? Mi sembra un principio di suicidio. Perché è verissimo che il Movimento 5Stelle ebbe successo senza televisioni, andando in piazza con Grillo, ma adesso che Grillo conta come il due di picche e il Movimento ha perso moltissimi consensi almeno stando ai sondaggi: se loro pensano di poter rinunciare anche alla tv, finiscono oscurati del tutto”. E’ l’opinione di Vittorio Feltri, che all’Adnkronos commenta così la decisione del leader del Movimento 5 Stelle Giuseppe Conte di non far comparire più i grillini nelle reti Rai, in aperta polemica con le recenti nomine.

Conte e la mossa sulla Rai, Feltri all’attacco

Ieri Conte aveva tuonato così: “M5S non andrà più nei canali Rai”, in protesta per le nomine Rai rese note questa mattina che non hanno tenuto conto della rappresentanza politica dei grillini, nella scelta dei direttori dei Tg.  “Fuortes non libera la Rai dalla politica, ma sceglie scientemente di esautorarne una parte: la più ampia, uccidendo qualsiasi parvenza di pluralismo. Siamo alla definitiva degenerazione del sistema. Bene. Vorrà dire che, a partire da oggi, il Movimento 5 Stelle non farà sentire la sua voce nei canali del servizio pubblico, ma altrove. E continueremo questa battaglia chiedendo il sostegno di tutti i cittadini”, ha affermato.

“Si tratta di una mossa autolesionistica, ma lo capisco perché lui in fondo fa l’avvocato e non capisce niente di comunicazione”, affonda Feltri. Che osserva: “Può anche essere un danno che loro siano stati esclusi dai vertici della Rai, anche se io non credo, ma il modo sicuro per aumentare quel danno è non andare proprio fisicamente in televisione, così sparisci totalmente dalla scena. I quotidiani ormai contano come il due di picche mentre la tv ha perso un po’ ma ha una visibilità notevole, se non vai più neanche lì è finita”. E sull’interrogativo se la decisione dei Cinque Stelle duri o meno “bisogna vedere cosa diranno i suoi seguaci: secondo me sono incazzati, perché capiscono che escono di scena”, conclude Feltri.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *