Fitto: “La retromarcia sul Natale grazie all’interrogazione di Ecr-FdI. Vittoria sulla burocrazia”

martedì 30 Novembre 19:11 - di Redazione
Ue Fitto Natale

Sulla retromarcia della Ue sul Natale che si voleva  sostituire col termine Festività arriva la soddisfazione di  Raffaele Fitto.  “Una vittoria di FdI”, aveva detto Giorgia Meloni. E in effetti si è trattato di un gioco di squadra che ha dato il risultato sperato. Far retrocedere la Ue da un presunto linguaggio inclusivo che paradossalmente reca in sé l’autoesclusione. Fitto soddisfatto ha commentato: “A seguito dell’interrogazione che abbiamo presentato, arriva l’annuncio da parte della commissaria Dalli del ritiro delle linee guida sulla comunicazione inclusiva. Che vietava i riferimenti al Natale e alla feste cristiane. Una vittoria contro il politicamente corretto e la burocrazia europea“.

Natale, Fitto:”Vittoria contro il politicamente corretto”

Cosi spiega in una nota il copresidente del gruppo Ecr-FdI, Raffaele Fitto e gli eurodeputati componenti della delegazione di Fratelli d’Italia al Parlamento europeo: Raffaele Stancanelli, Carlo Fidanza, Nicola Procaccini, Pietro Fiocchi, Sergio Berlato, Vincenzo Sofo e Giuseppe Milazzo.

Ue: Fitto-Marsilio: “Su revisioni Ten-T occorrono scelte inclusive”

Anche un altro argomento delicato e strategico è stato toccato: “I prossimi mesi saranno decisivi per la revisione del regolamento Ue sulle reti TEN-T: la rete trans europea di trasporto che mira a rafforzare la coesione economica, sociale e territoriale nell’UE. Per questo abbiamo incontrato il gabinetto del Commissario Ue ai Trasporti, Adina Valean, al fine di manifestare la necessità di scelte inclusive in merito al completamento della Core Network: ossia la rete centrale che dovrà completata entro il 2030. Scelte che saranno fondamentali per la crescita e lo sviluppo della Puglia e dell’Abruzzo”. Così in una nota congiunta il copresidente del gruppo Ecr-FdI al Parlamento europeo, Raffaele Fitto e il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio.

Prolungamento del Corridoio Baltico-Adriatico

“Ho chiesto alla Commissione di valutare insieme al governo italiano il prolungamento del Corridoio Baltico-Adriatico sino a Lecce, attraverso Brindisi. Attualmente la tratta ferroviaria Ancona- Pescara- Bari è inclusa nella Comprehensive Network. Questo permetterebbe, – ha dichiarato Fitto – insieme al completamento di un articolato sistema di trasversali ferro-stradali e marittime, l’inserimento di Brindisi nella rete principale dei porti europei; e di Bari nella rete degli aeroporti principali, al momento esclusa, e alla previsione della linea alta velocità ferroviaria fino a Lecce. Tagliare fuori dal Core Network il polo Brindisi- Lecce sarebbe un grande errore logistico e sistemico”.

Il Presidente della Regione Abruzzo Marco Marsilio ha aggiunto: “Sono convinto della necessità, visti anche i numerosi investimenti in itinere da parte del governo Italiano e della Regione Abruzzo, di inserire all’interno del corridoio intermodale Tirreno-Adriatico anche le città abruzzesi. In particolare la linea ferroviaria Roma-Pescara, e il sistema portuale abruzzese, le città di Ortona e Vasto. Mi auguro un riscontro positivo da parte della Commissione Ue ”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *