Da Napoli a Padova: tutte le zone off limitis per i no Green pass. A Roma protesta al Circo Massimo

sabato 13 Novembre 11:23 - di Eleonora Guerra
no green pass

Sarà un altro sabato di manifestazioni anti Green pass, quello di oggi. Ma, a differenza delle settimane scorse, le proteste non dovrebbero svolgersi nei centri storici, interdetti da ordinanze dei prefetti e dei questori, dopo la circolare del Viminale. In particolare, a Milano è off limits la zona di piazza Duomo; a Napoli quella di via Toledo, via Chiaia e dei Decumani; blindate l’area dei palazzi istituzionali e piazza del Popolo a Roma. A Padova poi la Questura ha bloccato il corteo di auto, che i Green pass avevano lanciato come contromossa alla stretta del Viminale, che ha dato mano libera ai questori per vietare i cortei e per valutare ogni altra prescrizione finalizzata al rispetto delle misure anti-contagio.

La sfida ai divieti viaggia su Telegram

Al netto dell’incognita del tam tam su Telegram, dove rimbalzano le chiamate alla disobbedienza, dunque, le manifestazioni dovrebbero svolgersi in zone non a rischio e meno impattanti anche sul commercio, le cui categorie avevano lanciato un grido d’allarme e d’aiuto rispetto agli incassi persi a causa delle proteste.

La protesta no Green pass a Milano

A Milano oggi i manifestanti no Green pass dovrebbero ritrovarsi all’Arco della Pace, per la 17esima protesta alla quale è atteso anche Robert F. Kennedy Jr., figlio di Bob, e fra i leader mondiali del movimento contro l’obbligo diretto o surrettizio di vaccinazione. Oltre alla stretta sui luoghi, il prefetto di Milano ha imposto una stretta anche sui giorni: manifestazioni vietate nei prefestivi e nei festivi e per tutto il periodo dal 25 novembre al 9 gennaio.

A Roma attese 1.500 persone al Circo Massimo

A Roma, invece, le manifestazioni convocate sono tre. Una sarà al Circo Massimo, dove si prevedono 1.500 persone. I palazzi istituzionali resteranno comunque presidiati, con uno stazionamento di forze dell’ordine potenziato ormai da diversi giorni.

No Green pass fuori dal centro storico di Napoli

Per quanto riguarda Napoli, infine, ieri il Comitato per l’ordine e la sicurezza ha fatto sapere che si è «unanimemente concordato di individuare alcune strade del centro storico cittadino che, a causa delle ridotte dimensioni nonché per la presenza di una elevata concentrazione di attività commerciali e di un consistente, abituale transito pedonale di residenti e turisti, presentano una maggiore criticità, e che, fino al perdurare dello stato di emergenza sanitaria in atto, saranno temporaneamente interdette allo svolgimento di tutte le manifestazione pubbliche». Si tratta, in particolare, di via Toledo (nel tratto compreso tra largo Berlinguer e piazza Trieste e Trento); via Chiaia, via San Sebastiano, via Benedetto Croce, piazzetta Nilo e via San Biagio dei Librai (nel tratto compreso tra piazza del Gesù Nuovo e via Duomo) nella zona dei Decumani.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *