Sallusti fa arrabbiare la Gruber: “Perché quando la destra cresce succedono cose strane?” (video)

sabato 16 Ottobre 7:59 - di Lucio Meo

Alessandro Sallusti non ci sta a recitare la parte della spalla di Lilli Gruber, alle prese con l’ennesima puntata dedicata ai “fascismi” della Meloni. Il direttore di “Libero” si fa qualche domanda e la conduttrice storce il naso, come sempre. “Chissà perché quando un partito di centrodestra raggiunge il massimo dei consensi succedono cose strane. Io credo che tutta questa campagna abbia compattato gli elettori di Fratelli d’Italia a difesa della loro leader accusata di una roba infame, che è quella di essere una fascista..”.

A me sembra che la destra faccia vittimismo, replica la Gruber.

“Vittimismo? Quando nella settimana pre-elettorale e in quella prima del ballottaggio il tema all’ordine del giorno posto dall’agenda giornalistica e politica è quella della Meloni fascista o della Lega di drogati, direi che non è vittimismo. L’abbiamo già visto negli ultimi 20 anni, quando un partito di centrodestra raggiunge il massimo dei consensi tra gli italiani, e oggi la Meloni se si andasse a votare secondo i sondaggi sarebbe il primo partito, ecco chissà perché succedono delle cose strane“.

Il video di Sallusti che replica alla Gruber

Il popolo del No Green Pass e la destra italiana

Nel giorno delle proteste pacifiche, a “Otto e mezzo” Sallusti ha analizzato anche la questione del Green pass. “Ha vinto l’Italia che vuole lavorare, oggi la stragrande maggioranza degli italiani ha detto che il Green pass non è un problema. Detto questo, io non ho mai condiviso gli ammiccamenti di Lega e Fratelli d’Italia al popolo dei no pass. Anche perché conosco gli elettori, e a loro non frega niente”

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *