Raggi vuole una poltrona in Parlamento, quella destinata a Conte: il Movimento deve risarcirmi…

mercoledì 20 Ottobre 8:48 - di Redazione

Virginia Raggi è sempre più infuriata. Lo era dopo il primo turno elettorale a Roma, e lo è ancora adesso. Non ha alcuna intenzione di farsi da parte e ambisce a fare le scarpe a Giuseppe Conte. Così intende mettergli i bastoni tra le ruote rivendicando la poltrona in Parlamento sulla quale il capo dei 5Stelle aveva già in mente di sedersi presto. Con la candidatura al collegio di Roma centro lasciato libero da Roberto Gualtieri.

Raggi vuole la poltrona in Parlamento destinata a Conte

“I patti – scrive oggi Il Giornale – fino a qualche mese fa erano altri: il M5s avrebbe appoggiato Gualtieri al ballottaggio. In cambio il segretario Pd Enrico Letta avrebbe garantito il sostegno dei democratici alla corsa di Conte nel collegio di Roma centro. Ma qualcosa, nel M5S, non è andato secondo i piani: l’apparentamento al secondo turno, tra Raggi e Gualtieri, non c’è stato. L’avvocato di Volturara Appula si è limitato a una semplice dichiarazione: «voto Gualtieri». Ma soprattutto il sindaco uscente Raggi è su tutte le furie per il trattamento ricevuto. E ora, per placare la sua rabbia, vuole il seggio destinato a Conte. L’ex premier, che sperava di rientrare in Parlamento, in vista dell’elezione del Capo dello Stato, consolidando così l’asse con Letta, potrebbe essere costretto a rinviare di due anni l’esordio tra i banchi di Montecitorio”.

Lo zampino di Di Maio contro l’arrivo di Conte in Parlamento

Inoltre – sottolinea ancora Il Giornale – “dietro il pressing di Raggi pare ci sia lo zampino del ministro degli Esteri Luigi di Maio, terrorizzato dall’idea di perdere il controllo sulla pattuglia di Montecitorio con l’ingresso dell’avvocato. In casa grillina si gioca, dunque, il derby tra Conte e Raggi per la poltrona di Gualtieri”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *