Migranti, transizione ecologica e digitale, la Rauti: da Draghi solo annunci, chiacchiere e distintivo

mercoledì 20 Ottobre 14:13 - di Redazione
Rauti Draghi

Migranti e Ue, Isabella Rauti (Fdi) vicepresidente vicario di Fratelli d’Italia al Senato, nel corso della sua dichiarazione di voto mette in mora Draghi: «Dal presidente Draghi oggi in Senato in vista del Consiglio europeo abbiamo assistito a una comunicazione in stile giornalistico costruita su enunciazioni di titoli ma senza mai affrontare “il come” e “il quindi”. E se questo va forse bene per un Consiglio dei Ministri, certamente non va bene per il Parlamento». E a stretto giro aggiunge anche che su temi importanti come immigrazione e transizione digitale ed ecologica: «Chiediamo impegni concreti».

Migranti, Ue, sviluppo e imprese: la Rauti mette in mora Draghi

«Così – continua la senatrice Rauti illustrando la risoluzione di FdI alle comunicazioni del presidente del Consiglio – se da un lato il presidente Draghi ha giustamente lodato i successi della campagna vaccinale. Dall’altro ha omesso di fare riferimento alle limitazioni delle libertà personali. Ai costi umani. Esistenziali ed economici elevatissimi, che hanno subito gli italiani. Nonché – prosegue al Rauti – ha omesso di citare l’estensione dell’obbligo del “Green Pass” ai luoghi di lavoro. E di dire che solo l’Italia (oltre alla Grecia), ha utilizzato questo vincolo che sta producendo le conseguenze drammatiche che sono sotto gli occhi di tutti. Ed anche su un tema gigantesco come l’immigrazione, il presidente Draghi è stato vago, dedicandogli soltanto pochi minuti».

Rauti, immigrazione, transizione ecologica e digitale: «Vogliamo chiarezza e concretezza»

«Non basta, infatti, ammettere che l’Unione europea deve fare di più e che bisogna difendere i confini – Fratelli d’Italia lo dice da anni, puntualizza la senatrice –. Ma serve che l’Ue inizi davvero a fare qualcosa per difendere le frontiere, anche marittime. E si assuma responsabilità concrete senza lasciare sempre l’Italia da sola nella gestione delle ondate migratorie». Infine, conclude il suo intervento l’esponente Fdi, «anche sul tema della transizione digitale ed ecologica vogliamo chiarezza. Perché se abbiamo apprezzato il passaggio sulla centralità dell’intervento dello Stato in termini di investimenti e sulla collaborazione tra pubblico e privato, chiediamo che questi investimenti portino allo sviluppo di mega fabbriche in Italia e non all’estero. FdI richiama il Governo ad impegni chiari. Nella logica di un’opposizione patriottica che vuole un’Italia a testa alta in Europa», chiosa la senatrice Rauti richiamando premier e governo alle proprie responsabilità.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *