La moda del giocattolo gender neutral: la Lego elimina l’indicazione “maschi” e “femmine”

martedì 12 Ottobre 12:13 - di Francesco Severini
Lego

La Lego ha annunciato che eliminerà dai suoi giocattoli gli “stereotipi di genere” dopo che un sondaggio commissionato dallo stesso gigante danese delle costruzioni per bambini ha rilevato un problema nei ragazzi. La ricerca condotta dal Geena Davis Institute on Gender in Media sostiene infatti che le bambine sono sicure di sé e pronte a giocare anche con le confezioni di mattoncini pensate per i maschi. Il 71% dei bambini intervistati ha confessato invece di temere di essere presi in giro qualora avessero utilizzato scatole descritte come “giocattoli per ragazze”.

La Lego: mai più distinzioni di genere per i mattoncini

Una paura, sottolinea lo studio riportato dal Guardian, condivisa se non più accentuata nei genitori. Da qui la decisione della Lego di togliere le etichette di genere da scatole e sul sito e dividere i giochi per “passione”. Così, con la scusa della ricerca sull’approccio di maschi e femmine ai giocattoli, si introduce ancora una volta nell’immaginario infantile un principio dell’ideologia gender secondo cui l’identità sessuale non esiste e va sostituito con l’identità autopercepita.

Per continuare a leggere l'articolo sostienici oppure accedi