Juan Carlos, verso l’archiviazione per le accuse di corruzione all’ex-sovrano spagnolo

mercoledì 6 Ottobre 18:37 - di Redazione

Saranno archiviate, secondo il quotidiano El Pais, le accuse di corruzione ed evasione fiscale contro l’ex re-di Spagna Juan Carlos.

Il quotidiano spagnolo svela che la Procura del Tribunale Supremo e la Procura anticorruzione, dopo oltre due anni di indagini, stanno elaborando “un ampio documento” per spiegare la loro decisione, che verrà resa pubblica nelle prossime settimane, di archiviare la posizione giudiziaria di Juan Carlos.

La Procura, anticipa El Pais, considera chiaramente prescritti i reati relativi alla creazione di fondi occulti in paradisi fiscali, mentre, per quel che riguarda le altre accuse, secondo i magistrati iberici non sono perseguibili perché riferite a fatti precedenti al 2014, quando Juan Carlos godeva dell’immunità come re di Spagna.

Altre accuse di evasione fiscale sono state, infine, sanate da regolarizzazioni compiute dal sovrano emerito nel dicembre 2020 e il febbraio 2021.

Diventato re di Spagna nel 1975 dopo la morte di Francisco Franco, Juan Carlos ha garantito la transizione verso la democrazia, da lui difesa nel 1981 quando sventò il cosiddetto golpe Tejero.

Ma la sua immagine si è successivamente appannata e, nel giugno 2014, ha abdicato a favore del figlio Felipe.

Il re emerito ha lasciato la Spagna in esilio volontario nell’agosto 2020 dopo l’apertura di indagini nei suoi confronti.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *