In un anno i tumori hanno fatto il doppio delle vittime rispetto al Covid. Le cifre parlano chiaro

mercoledì 13 Ottobre 12:01 - di Paolo Sturaro
tumori

«Abbiamo imparato a indossare la mascherina per evitare il contagio da Covid. Ma ci siamo dimenticati dei tumori, anche di quello al seno. Eppure, i numeri parlano chiaro. Nel 2020 in Italia le vittime del cancro sono state più del doppio rispetto a quelle del coronavirus: 183mila contro 75.891». Lo afferma Marco Alloisio, primario di Chirurgia toracica. «Ho fiducia nelle donne e nella loro inesauribile capacità di reagire. Vi invito ad approfittare del mese rosa per rimettere la prevenzione al centro della vita».

Tumori, cancro al seno e sopravvivenza

«Non cancelliamo i risultati positivi raggiunti prima della pandemia», aggiunge. «L’anno scorso aveva sfiorato il 90% la sopravvivenza dalle diagnosi di tumore al seno. Ripartiamo dai controlli oncologici regolari e dall’attività fisica». L’occasione per ribadire il messaggio è la 29esima Campagna Nastro rosa dell’associazione Lilt, dopo mesi di restrizioni che si aggiungono a quelli dell’anno precedente. Visite rimandate, screening temporaneamente sospesi e sport non praticabili sono limitazioni che avranno conseguenze anche sulle malattie oncologiche.

A parlare sono i numeri

I dati più recenti sui tumori al seno, ricorda la Lilt, dicono che in Italia una donna su 8 ha probabilità di ammalarsi. I nuovi casi sono 55 mila, 834.200 le donne che hanno avuto una diagnosi e il tasso di sopravvivenza a 5 anni è dell’87% (dati Aiom-Airtum 2020). L’Osservatorio nazionale screening registra «un calo del 53,8 delle mammografie nel 2020. Per invertire il trend, nel mese di ottobre Lilt metterà a disposizione il Viaggio della prevenzione: 12 giornate dedicate alla diagnosi precoce e gratuita del tumore al seno.

Per continuare a leggere l'articolo sostienici oppure accedi