“Cgil, Cisl, Uil, i fascisti siete voi”: no Green pass contro i sindacati a Milano. Scontri con la polizia

sabato 16 Ottobre 19:27 - di Redazione
no Green pass

No Green pass di nuovo in piazza per protestare contro l’obbligo della carta verde sul lavoro. Momenti di tensione a Milano e a Torino. Nel capoluogo lombardo , il corteo, non autorizzato, ha marciato da piazza Fontana diretto verso piazza Duomo al grido di «Libertà». La sede della Rai, in corso Sempione,  è stato l’obiettivo della manifestazione. Che sta sfilando con tanto di fumogeni per le vie del centro. Molti gli striscioni e i cartelli contro il sindacato. «Landini babbeo il popolo in corteo», «Cgil Cisl e Uil i fascisti siete voi», «Solidali con i portuali di Trieste» sono solo alcuni degli slogan nel corso del tredicesimo sabato di agitazione.

Corteo no Green pass a Milano: “Solidali con i portuali di Trieste non con i sindacati”

Il corteo sta percorrendo corso Venezia, tenuto sotto controllo a distanza dalle forze dell’ordine disposte lungo le arterie laterali per evitare eventuali deviazioni. Il fronte è tenuto compatto da alcuni rappresentanti della protesta che hanno chiesto ai giornalisti di allontanarsi dalla prima linea. Al momento sono diretti verso piazza della Repubblica. Sono diverse migliaia le persone scese in strada- leggiamo nella diretta sul Messaggero- tra loro due sorelle che sfilano in testa con questo striscione: «Dott. Draghi siamo due gemelle di 14 anni, nostro papà pensionato delle forze dell’ordine. La mamma casalinga, vogliamo solo manifestare. Per favore non ci faccia picchiare». Nel percorrere viale Crispi dopo piazza Clotilde il corteo dei no green pass di Milano si è improvvisamente spaccato e una frangia capeggiata dagli anarchici ha iniziato a correre verso la stazione. La polizia ha tentato di bloccarli ma la tensione è rientrata autonomamente quando un gruppo di manifestanti ha chiesto alla ‘frangia’ di rientrare nel corteo.

Ma verso le 20,45  la polizia ha eseguito una carica contro i manifestanti che stavano tentando di sfondare il blocco dirigendosi verso punti ‘sensibili’ nei pressi di via Visconti di Modrone. Il corteo si stava avvicinando alla sede della Cgil a Milano e al momento si trova in via Borgogna, non lontano dalla sede della prefettura. Due ragazzi sono stati fermati e una ragazza è rimasta ferita alla testa. “Ridateci il ragazzo”, chiedono i manifestanti dalla testa del corteo che hanno visto gli arresti.

Non Green pass, tensione a Torino, poi rietrata, tra anarchici e Fn

Torino ci sono stati momenti di tensione in piazza Castello. A scaldare il clima tra i manifestanti l’intervento dal palco di una esponente del movimento anarchico torinese.  Che, facendo riferimento ai fatti accaduti sabato scorso a Roma, ha espresso solidarietà a quanti sono stati coinvolti negli scontri e detto “non facciamoci strumentalizzare dalle destre”. Tanto è bastato perché un militante di Forza Nuova presente in piazza si avvicinasse al palco. E invitandola a scendere ha urlato: “la destra è qua e per i fatti di Roma in carcere ci siamo noi”. Al battibecco è seguito un faccia a faccia tra anarchici, antagonisti e militanti di estrema destra. A riportare la calma uno dei leader di ‘No paura day’, Serena Tagliaferri. Ha invitato la piazza a ritrovare l’unità e a continuare “in una protesta che è di tutti”. Subito dopo è intervenuto anche il leader della Variante Torinese, Marco Liccione, che rivolto ai manifestanti ha ammonito: “Le ideologie dividono, ci danno dei fascisti, dei comunisti, chi se ne frega, dobbiamo essere uniti. La nostra lotta va al di là delle ideologie”.

Roma, sit in improvvisato a Piazza del Popolo

Roma circa una quarantina di persone hanno improvvisato un sit in a piazza del Popolo per protestare contro il green pass. La loro posizione è al vaglio della polizia. I manifestanti hanno esposto sulla piazza due striscioni con su scritto ‘Vaccinati e non vaccinati, tutti uniti per la verità’ e ‘zona libera’. Su un terzo striscione sono disegnati un rotolo di carta igienica e un water con su scritto ‘green pass, scaricalo‘.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *