Meloni smaschera le ipocrisie del governo sul green pass: «Continuano a dire bugie agli italiani»

giovedì 9 Settembre 12:36 - di Sara Gentile
Meloni
Giorgia Meloni torna ad attaccare il green pass. «Il governo è in grado di dare risposte sensate di fronte a queste contraddizioni? Io resto dell’idea che il green pass sia una misura politica e ipocrita, non utile ad evitare i contagi. Perché continuate a raccontare bugie ai cittadini?». La leader di FdI con un post su Facebook fa emergere tutte le contraddizioni della misura del governo.

Meloni e le contraddizioni del green pass

Mette a confronto alcuni casi in cui il green pass è obbligatorio con altri in cui si può fare senza. E così per andare su un treno interregionale è necessario il Gp mentre per salire un treno regionale no. Sì al green pass per il parco divertimento, no su bus e metropolitane. Sì per il ristorante al chiuso, non è necessario al cameriere che serve al tavolo. Poi ancora. Serve per le aule d’università, non è richiesto in aula in Parlamento. «Non sembra assurdo anche a voi?», conclude Giorgia Meloni.

I commenti al post

Valanga di commenti al post della leader di Fratelli d’Italia. Il web si scatena, scrive un utente: «La cosa più assurda è l’aula del Parlamento, dove ci sono coloro che decidono obbligandoci ad avere il green pass, quindi ad essere vaccinati, ma poi sottraendosi allo stesso obbligo. Quindi non sono tutti vaccinati? Della serie “… Mi dispiace, ma io so’ io e voi non siete un c….”. p.s. sono vaccinato». E un altro aggiunge: «Certo che sembra assurdo soprattutto per i politici che entrano in Parlamento senza dover esibire il green pass questo mi fa sospettare che la maggior parte non sia vaccinata, chissà come mai, ridicoli». E un altro puntualizza: «Da quando hanno inserito la boiata discriminatoria del green pass, mi vergogno di essere italiano. E lo dico da uno che potrebbe averlo».

«Il green pass è ricattatorio e assurdo»

Un utente mostra un’altra contraddizione: «Con il green pass si dà la possibilità al virus di galoppare più velocemente, specialmente nelle scuole, visto che nelle classi dove tutti sono vaccinati si può stare senza mascherina. Così se un alunno/a è positivo al covid può liberamente contagiare i compagni e gli insegnanti che, tornati a casa potranno contagiare i loro familiari…». E infine un altro commenta: «Il green pass è un provvedimento assurdo e ricattatorio, se veramente si vuole tenere il virus sotto controllo date il via ai test rapidi ma soprattutto non è giusto che i lavoratori se li debbano pagate loro; in Inghilterra non è così!».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *