L’indiscrezione: Renzi vuole prendersi Forza Italia e tratta con Brugnaro per attrarre i moderati

mercoledì 29 Settembre 11:43 - di Redazione
Renzi

Matteo Renzi vuole costituire quel centro moderato di cui tutti parlano ma che ancora non c’è. E quale migliore occasione per farlo se non quella di sfruttare quello che Il Tempo chiama “il funerale” di Forza Italia?

Cero non è di buon gusto lanciare il tema oggi mentre Silvio Berlusconi festeggia i suoi 85 anni. Ma che sul destino di Forza Italia si gioca una partita politica che è oggi solo agli inizi è di tutta evidenza. Anche se Berlusconi è ancora perfettamente in grado di gestire con lucidità e lungimiranza la prossima, delicata successione al Quirinale. Uno scacchiere dove ormai le posizioni sono abbastanza chiare: Giorgia Meloni non vuole il Mattarella bis perché l’elezione di Draghi al Colle porterebbe l’Italia al voto. E ieri anche Renato Brunetta ha detto che per il Paese quello che ci vuole è proprio una figura come Draghi alla presidenza della Repubblica. E’ noto che un pezzo della Lega spinge in questa direzione. Attendisti solo Pd e M5S.

In questo contesto arriva l’indiscrezione del Tempo che scrive che ultimamente si sono visti spesso e volentieri Matteo Renzi e Luigi Brugnaro, il fondatore di Coraggio Italia. “Lo hanno fatto in gran segreto, certo, ma l’intento è ben chiaro a tutti. Non solo perché hanno parlato di Cina e di Arabia. Almeno su una cosa Matteo Renzi pare avere una marcia in più. Quella visione prospettica della politica che molti suoi colleghi gli invidiano. Renzi è convinto di aver sentito echeggiare, neanche troppo alla lontana, le campane a morto per Forza Italia. Il che non gli spiace affatto, sapendo che quello spazio d’azione potrebbe essere molto presto il suo elettorato di riferimento. Fare insieme a «Coraggio Italia» una sorta di frullato moderato è il suo obiettivo. Prendendosi quel 4-5% di elettori moderati che non si faranno convincere né dalla Lega né da Fdi”.

Per continuare a leggere l'articolo sostienici oppure accedi