Berlusconi al Colle, Minzolini replica al Fatto: un giornale “che annega tra le menate filo-grilline”

giovedì 9 Settembre 17:58 - di Redazione
Berlusconi Minzolini

Succede che anche sul Quirinale i toni cominciano ad essere accesi. Il Fatto di Marco Travaglio nella rubrica Fuori di testa riprende così un articolo di Augusto Minzolini, direttore del Giornale, nel quale si auspica l’elezione del leader di Forza Italia al Colle.

Il Fatto ironizza sull’ipotesi di Minzolini

“Tra i possibili outsider – aveva scritto Minzolini –  l’elezione che avrebbe il significato politico più pregnante sarebbe indubbiamente quella di Silvio Berlusconi: l’outsider di lusso. La salita sul Colle più alto dell’uomo che ha caratterizzato la Seconda Repubblica, su cui si è incentrato il bipolarismo italiano, darebbe, infatti, il segnale che nel Paese si apre una nuova fase. Sarebbe l’immagine della pacificazione, con una magistratura che dopo le rivelazioni dell’ex magistrato Luca Palamara ha perso credibilità e insieme la fiducia di una larga fetta dell’opinione pubblica per la valenza politica di inchieste e processi”.

La replica: giornale che affoga nel narcisismo di Travaglio

Il punto è che Il Fatto riprende questo passaggio, ma appunto nella rubrica “Fuori di testa”, per specificare insomma che Minzolini avrebbe detto una serie di stupidaggini. Una pazza idea. Una cosa folle. E l’interessato non l’ha presa bene replicando così su Twitter: “Vedo che il Fatto riprende un mio pezzo con ironia. Ho pensato: almeno qualcosa di intelligente appare pure su quel giornale che annega tra le menate filo-grilline e il narcisismo giustizialista del Travagliato“.

Il tweet velenoso di Caporale

Sull’ipotersi avanzata dal Giornale ironizza anche un altro giornalista del Fatto, Antonello Caporale, che sempre su Twitter scrive: “Intrigante la proposta del Giornale di proporre per il Quirinale il Cav. Naturalmente non perché il Giornale sia del Cav. quanto per la circostanza che i medici gli hanno certificato poche settimane fa una severa depressione associata finanche a qualche deficit cognitivo”.

La partita per il Quirinale è solo agli inizi, con il semestre bianco appena cominciato, e già i veleni hanno preso a scorrere. Prevedibile, del resto, la posizione del Fatto sul Cav. Quel giornale dell’ossessione antiberlusconiana ha fatto una bandiera, che continua ad essere agitata ormai fuori tempo massimo. Un vessillo evidentemente irrinunciabile per Travaglio e i suoi seguaci.

 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *