Abiti tradizionali colorati, così le donne afghane sfidano l’oscurantismo dei Talebani

martedì 14 Settembre 18:49 - di Roberto Frulli
donne afghane

L’hastag #DoNotTouchMyClothes corre veloce sui Social e, assieme alle foto di donne vestite con abiti tradizionali e coloratissimi, rappresenta l’ultima contestazione messa in campo dalle donne afghane contro l’oscurantismo dei Talebani in Afghanistan.

Kahkashan Koofi, 28enne afghana che con il ritorno dei Talebani ha perso il suo posto alla televisione di stato, sfida così i nuovi padroni dell’Afghanistan. Che impongono alle donne, nelle poche occasioni in cui è permesso loro uscire, di indossare il burqa nero.

Come hanno fatto le donne che sabato scorso hanno preso parte ad una manifestazione inscenata di fronte all’università di Kabul per sostenere il nuovo governo dei Talebani.

Scene che hanno spinto Koofi ed altre donne afghane a reagire pubblicando sui social proprie foto in cui indossano abiti, ognuno legato alla tradizione del proprio gruppo etnico e della propria regione, tutti colorati.

“Quando mi sono guardata allo specchio ho avuto un attimo di pace, qui viviamo in prigione“, ha raccontato al Washington Post la giovane. Che, dopo la vittoria dei Talebani, si è nascosta insieme alla sua famiglia per paura di rappresaglie.

La campagna con cui le donne afghane vogliono sfidare i Talebani è partita da Bahar Jalali, una ex-docente di storia all’American University. Che ha raccontato alla Bbc di aver iniziato a postare foto con abiti tradizionali afghani perché “l’identità e la sovranità afghane sono sotto attacco“.

Altre donne l’hanno seguita e con gli hashtag #DoNotTouchMyClothes, non toccate i miei abiti, e #AfghanistanCulture, le donne intendono sbugiardare la narrativa talebana che il burqa, abito tradizionale dei Paesi del Golfo, sia legato ad una tradizione afghana.

“Voglio che il mondo sappia che questi abiti” indossati dalle donne nelle manifestazioni pro talebaninon appartengono alla nostra cultura, alla nostra identità“, ha spiegato la storica afghana all’emittente britannica.

La cultura afghana è “tutta incentrata sulla gioia ed i colori“, ribadisce Ruhi Kahn, ricercatrice della London School of Economics, per la quale la campagna online “non è solo una protesta contro le regole imposte dai Talebani, sulla base di quello che loro ritengono islamico, ma anche contro l’idea occidentale di quello che le donne afghane dovrebbero indossare”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *