11 settembre: Biden rende pubblici gli atti dell’indagine Fbi. Ma le teorie complottiste resistono

sabato 4 Settembre 20:45 - di Laura Ferrari
11 settembre, torri gemelle

Dando seguito ad una promessa fatta in campagna elettorale, Joe Biden ha ordinato al dipartimento della Giustizia e ad altre agenzie federali di riesaminare e declassificare i documenti relativi all’indagine dell’Fbi sugli attacchi terroristici dell’11 settembre 2001. L’ordine esecutivo inviato dal presidente Usa al ministro della Giustizia Merrick Garland prevede che i documenti vengano resi pubblici entro i prossimi sei mesi.

“Durante la campagna per la Presidenza, mi sono impegnato a garantire trasparenza sulla declassificazione dei documenti”, ha detto Biden in una dichiarazione rilasciata in vista del ventesimo anniversario degli attacchi.

 

11 settembre, il presidente Usa accontenta le famiglie delle vittime


“Per anni, le famiglie delle vittime dell’11 settembre hanno fatto pressioni sul governo federale affinché venissero rivelate più informazioni riguardo al possibile coinvolgimento dell’Arabia Saudita nel finanziamento degli attacchi.

L’11 settembre 2001, due aerei di linea furono dirottati e scagliati contro le torri gemelle di Manhattan, un altro contro il Pentagono. Un quarto, lo UA93, precipitò in Pennsylvania dopo che i passeggeri avevano cercato di fermare i dirottatori: l’obiettivo era probabilmente il Campidoglio. L’attacco terroristico di Al Qaeda provocò 2.977 morti. Da quel momento il mondo, ma soprattutto l’America, non fu mai più come prima.

Spike Lee e il documentario sulle teorie complottiste

A 20 anni da quel giorno, il regista Spike Lee ha girato una serie documentario, che va in onda sulla Hbo dal 27 agosto. Il regista è anche tornato in sala di montaggio per modificare il finale della serie. Spike Lee ha rimosso infatti le scene in cui viene dato spazio ad esponenti del gruppo complottista “Architects and Engineers for 9/11 Truth”, il quale ha messo in dubbio che la demolizione di tutti gli edifici del World Trade Center sia avvenuta attraverso un’operazione controllata oppure da parte di terroristi che si schiantarono con due aerei contro le Torri Gemelle.

 
 

La decisione dopo le critiche per averle incluse nella sua docuserie tributo alla città di New York, progetto in quattro parti il cui ultimo episodio andrà in onda in concomitanza con il ventesimo anniversario dell’11 settembre. Non è stata fatta invece alcuna modifica alla scena in cui si mette in dubbio che il volo della United Airlines sia stato fatto schiantare in Pennsylvania dai passeggeri e dal personale di volo. Un ex assistente di volo sostiene invece che sia stato abbattuto. 


Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostienici

In evidenza

News dalla politica

Array ( [0] => ppm-bundle )
Array ( [0] => jquery [1] => paypal-ipnpublic-bn [2] => jquery-easy-ticker [3] => super-rss-reader [4] => wc-add-to-cart [5] => woocommerce [6] => wc-cart-fragments [7] => advanced-invisible-antispam [8] => bootstrap [9] => main [10] => wp-embed )