La fuga dall’Afghanistan è un oltraggio ai nostri 53 caduti. Fidanza (FdI): “Pagina buia per l’Occidente”

venerdì 13 Agosto 16:40 - di Valter Delle Donne
caduti afghanistan

«Fa male leggere le notizie che arrivano dall’Afghanistan: fa male ripensando ai nostri 53 caduti. Militari che laggiù ci hanno lasciato la vita per costruire un futuro di pace e sicurezza e il cui sacrificio è stato reso vano da una ritirata sbagliata e precipitosa. Torneranno il terrore e le minacce alla sicurezza internazionale, avremo tantissimi richiedenti asilo che non sapremo gestire, la Cina farà di Kabul un nuovo avamposto per la sua egemonia globale. Una pagina buia per tutto l’Occidente». Cosi’ su Facebook il capodelegazione di Fratelli d’Italia-Ecr al Parlamento europeo e responsabile Esteri del partito, Carlo Fidanza.

Ecco i 53 militari italiani caduti in Afghanistan

Sono 53 i militari italiani caduti dall’inizio della missione Isaf in Afghanistan, nel 2004. Di questi, la maggioranza è rimasta vittima di attentati e scontri a fuoco, altri invece sono morti in incidenti, alcuni per malore ed uno si è suicidato.

GIOVANNI BRUNO – 3 ottobre 2004.

BRUNO VIANINI – 3 febbraio 2005.

MICHELE SANFILIPPO – 11 ottobre 2005.

MANUEL FIORITO e LUCA POLSINELLI – 5 maggio 2006.

CARLO LIGUORI – 2 luglio 2006.

GIUSEPPE ORLANDO – 20 settembre 2006.

GIORGIO LANGELLA e VINCENZO CARDELLA – 26 settembre 2006.

LORENZO D’AURIA – 24 settembre 2007.

DANIELE PALADINI – 24 novembre 2007.

GIOVANNI PEZZULO – 13 febbraio 2008.

ALESSANDRO CAROPPO – 21 settembre 2008.

ARNALDO FORCUCCI – 15 gennaio 2009.

ALESSANDRO DI LISIO – 14 luglio 2009.

ANTONIO FORTUNATO, ROBERTO VALENTE, MATTEO MUREDDU, GIANDOMENICO PISTONAMI, MASSIMILIANO RANDINO, DAVIDE RICCHIUTO – 17 settembre 2009.

ROSARIO PONZIANO – 15 ottobre 2009.

PIETRO ANTONIO COLAZZO – 26 febbraio 2010.

MASSIMILIANO RAMADU’ e LUIGI PASCAZIO – 17 maggio 2010.

FRANCESCO SAVERIO POSITANO – 23 giugno 2010.

MARCO CALLEGARO – 25 luglio 2010.

MAURO GIGLI e PIERDAVIDE DE CILLIS – 28 luglio 2010.

ALESSANDRO ROMANI – 17 settembre 2010.

GIANMARCO MANCA, FRANCESCO VANNOZZI, SEBASTIANO VILLE, MARCO PEDONE – 9 ottobre 2010.

MATTEO MIOTTO – 31 dicembre 2010.

LUCA SANNA- 18 gennaio 2011.

MASSIMO RANZANI – 28 febbraio 2011.

CRISTIANO CONGIU – 4 giugno 2011.

GAETANO TUCCILLO – 2 luglio 2011.

ROBERTO MARCHINI – 12 luglio 2011.

DAVID TOBINI – 25 luglio 2011.

MATTEO DE MARCO – 16 settembre 2011.

RICCARDO BUCCI,MARIO FRASCA, MASSIMO DI LEGGE – 23 settembre 2011.

GIOVANNI GALLO – 13 gennaio 2012.

FRANCESCO CURRO’, FRANCESCO PAOLO MESSINEO, LUCA VALENTE – 20 febbraio 2012.

MICHELE SILVESTRI – 24 marzo 2012.

MANUELE BRAJ – 25 giugno 2012. 

TIZIANO CHIEROTTI, 25 ottobre 2012.

GIUSEPPE LA ROSA, 7 giugno 2013.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostienici

In evidenza

News dalla politica