La sinistra si sfalda sulla missione in Libia: Bersani, Boldrini e altri 30 deputati dicono no

giovedì 15 Luglio 13:49 - di Davide Ventola
Bersani, Boldrini

Psicodramma nella maggioranza sulla missione in Libia. Oltre trenta deputati tra Pd, Leu e M5s hanno infatti annunciato il voto contrario al rifinanziamento della Guardia costiera libica. Tra di loro, l’ex segretario dem, Pierluigi Bersani, l’ex presidente della Camera, Laura Boldrini, ma anche personalità di spicco come Stefano Fassina, Matteo Orfini e l’ex segretario dei Radicali Riccardo Magi.

Chi sono i deputati che hanno votato contro

“Continuare a sostenere direttamente e indirettamente la deportazione di uomini donne e bambini nei centri di detenzione in Libia facendo finta che questa realtà non esista configura nei fatti una violazione delle Convenzioni internazionali a tutela dei diritti umani. Non è sufficiente spostare la catena di comando” e “per questo oggi voteremo contro il rifinanziamento della missione bilaterale di supporto alla Guardia Costiera libica convinti che sia nostro dovere opporsi ad una così grave violazione dei diritti umani che avviene a poche miglia dalle nostre coste”. Lo annunciano una trentina di deputati di diversi gruppi parlamentari, tra cui Pier Luigi Bersani, Laura Boldrini, Enza Bruno Bossio, Chiara Ehm, Stefano Fassina, Riccardo Magi, Rossella Muroni, Matteo Orfini, Doriana Sarli, Giorgio Trizzino, Barbara Pollastrini.

Missione in Libia, passa la risoluzione della maggioranza

La Camera ha respinto la risoluzione presentata a prima firma Palazzotto, e sottoscritta da una trentina di deputati, in cui si diceva di no al sostegno italiano all’azione della Guardia costiera libica per il pattugliamento delle coste. Sulla risoluzione il governo aveva espresso parere negativo. I favorevoli sono stati 40, i contrari 376, 21 gli astenuti.

La Camera ha quindi approvato la risoluzione di maggioranza sulle missioni internazionali con 438 sì. Il voto riguarda la parte principale del testo, che è sottoposto a votazione per parti separate.

Italia viva si defila, ma vota sì

Posizione più sfumata per i renziani. “Non parteciperemo al voto sulla scheda 48”, sulla Libia, perchè “è indispensabile esercitare la massima pressione per prevenire le inaccettabili e sistematiche violazioni dei diritti umani e i comportamenti criminali”. Lo ha detto in aula alla Camera Giuseppina Occhinero, nelle dichiarazioni di voto sulle missioni internazionali. Iv ha votato “a favore della risoluzione di maggioranza, in coerenza con il sostegno alle missioni internazionali e di appoggio al governo Draghi”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *