Il Salento in una stanza – Roma

martedì 20 Luglio 0:01 - di Redazione

Il Salento in una stanza
Via Mantova, 12 – 00198 Roma
Tel. 06/85350171
Sito Internet:

Tipologia: pugliese
Prezzi: antipasti 7/16€, primi 10/16€, secondi 14/16€, dolci 4/6€
Giorno di chiusura: Domenica

OFFERTA
Nostalgici delle belle vacanze in Puglia, abbiamo scelto di cenare in questo ristorantino a due passi da Piazza Fiume che, per l’edizione 2021 della guida ha fatto un lieve passo in avanti. L’impostazione della cucina è molto tradizionale, ma lo chef sa regalare qualche guizzo creativo sempre interessante, soprattutto per quanto riguarda l’esecuzione e l’impiattamento. Dopo un piccolo benvenuto a base di pittule fritte in modo impeccabile, abbiamo scelto un piatto tipico salentino, fave e cicoria, dove il purè di legumi era accompagnato da una buonissima cicoria. Sorprendente pure l’uovo fritto con il tuorlo che andava a mischiarsi a una fonduta di caciocavallo e ottime le polpette di polpo; meno convincente è stata la scapece gallipolina, una preparazione di alici panate, fritte e marinate da servire come piatto freddo, per via della consistenza del pesce piuttosto che per il sapore. Tra i primi, ottime le orecchiette bianche e nere (preparate con il nero di seppia) condite con sarde, uvetta, pinoli e finocchietto e i minchiareddhi – tipica pasta pugliese fatta con il ferretto – serviti con un condimento gustoso di datterino giallo, melanzane, basilico e cacioricotta che ben si legava con la pasta. Stuzzicanti le bombette di capocollo avvolte nella pancetta di Martina Franca ripiene di caciocavallo, accompagnate, però, da zucca all’agro e da cavolo cappuccio che non si sposavano bene con la preparazione. Caffè di discreta esecuzione.

AMBIENTE
Locale carino, intimo e per certi versi familiare. Pochi i tavoli ben apparecchiati con stoviglie colorate e bicchieri di coccio che danno un tocco allegro al tutto, come alcune foto sparse di luoghi tipicamente salentini. Comodi i divanetti.

SERVIZIO
Alla mano, simpatico ma al contempo molto cordiale e attento nella descrizione dei piatti.

Recensione a cura di: Milano de La Pecora Nera – ed. 2020 – www.lapecoranera.net

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostienici

In evidenza

News dalla politica

Array ( [0] => ppm-bundle )
Array ( [0] => jquery [1] => paypal-ipnpublic-bn [2] => jquery-easy-ticker [3] => super-rss-reader [4] => wc-add-to-cart [5] => woocommerce [6] => wc-cart-fragments [7] => advanced-invisible-antispam [8] => bootstrap [9] => main [10] => wp-embed )