Euro2020, la stampa mondiale celebra l’Italia “Invincibile”. E sul web trionfa Regina Mancini

lunedì 12 Luglio 12:19 - di Luisa Perri

La stampa estera celebra l’impresa dell’Italia ad Euro2020. L’Inghilterra e’ costretta ad arrendersi davanti al proprio pubblico e per il quotidiano spagnolo Marca e’ “Wembleyazo” nel ricordo dell’inattesa sconfitta del Brasile contro l’Uruguay nel 1950 al Maracana’. Per “L’Equipe”, invece, l’Italia e’ “Invincibile” mentre la stampa inglese fa fatica a metabolizzare l’ennesima delusione. “Fa male, ma siamo fieri di voi”, scrive il Daily Express fotografando la serata come “troppo crudele”; “Finisce tutto in lacrime” per il Daily Mail, “Oh No!
Non di nuovo”, titolo il Mirror, mentre il Times preferisce un semplice “Arrivederci”. E la Scozia? Dopo aver riposto le ultime speranze in Mancini nei panni di Braveheart, il quotidiano indipendentista The National festeggia il successo degli azzurri e fa il verso agli inglesi con “It’s coming Rome!”.

Euro2020, a New York il carosello dei tifosi italiani 

Anche New York è esplosa di gioia all’ultima parata di Gigio Donnarumma. Centinaia di tifosi azzurri si sono stretti in quello che e’ stato un entusiasmante block party organizzato dal ristorante Ribalta nel West Village a Manhattan. Un intero isolato sulla 12ma strada e’ stato eccezionalmente chiuso al traffico sin dalla mattina per permettere ai tifosi della Nazionale di assieparsi e di tifare per gli Azzurri davanti a un maxischermo.
Tra le centinaia di presenti, tanti giovani expat italiani ma anche molti italoamericani di seconda e terza generazione, in questa occasione piu’ che mai orgogliosi delle proprie origini.

I meme con scacco alla Regina e Johnson con la chioma tricolore

Ma è soprattutto sui Social che si scatena la fantasia dei tifosi. Roberto Mancini vestito come la Regina Elisabetta trionfa sulle bacheche Facebook. Un altro meme che spopola vede Boris Johnson con i capelli tricolore. Ci sono poi i tweet velenosi. Come quello che campeggia oggi in prima pagina sul quotidiano Leggo. “Se questi sono gli inventori del calcio, mi sa che la scoperta fu casuale”. Considerazione da sottoscrivere e condividere.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *