Meloni: “Con Michetti e Matone il centrodestra ha fatto un ottimo lavoro per vincere”

mercoledì 9 Giugno 20:42 - di Redazione

“Dirà la storia” se, come ha affermato Matteo Renzi, “la Meloni è una bolla mediatica che si sgonfierà. Sicuramente è stata una bolla mediatica Renzi. Dal 40 per cento in cui si trovava all’attuale, forse, 2 per cento. Evidentemente si è sgonfiato lui”. Così la leader di Fratelli d’Italia, ospite di Restart, in onda questa sera su Raidue. Vento in poppa nei sondaggi, in pole position nella classifica dei libri più venduti con “Io sono Giorgia”, la leader di Fratelli d’Italia non teme le frecciate degli avversari ‘bolliti’ come il leader di Italia Viva. E rispedisce al mittente gli attacchi quotidiani, che crescono in proporzione alla sua popolarità e all’avanzata del partito.

Meloni: la storia dirà se sono una bolla mediatica

“Cercherò di fare del mio meglio per non deludere le tante persone che oggi credono in Fratelli d’Italia“, ha aggiunto. Sperando che i consensi virtuali si trasformino quanto prima in voti espressi in cabina. “Alle elezioni spero che andremo prima del 2023” ha detto. Poi ha ribadito il buono stato di salute del centrodestra. Confermato oggi dalla scelta comune e definitiva dei candidati a Roma e Torino. Nessun pericolo dalla federazione del centrodestra lanciata da Salvini. Che non mette a rischio l’alleanza con Lega e Forza Italia.

“La federazione non mette a rischio l’alleanza”

“A me pare sia un tentativo più che giusto di quei partiti del centrodestra che hanno scelto di sostenere l’esperienza di Draghi per rafforzarsi. E cercare di combattere uno strapotere che purtroppo in questo Parlamento è in mano alla sinistra”. Una sinistra molto aggressiva, ha sottolineato la Meloni. “Che vuole stravincere, che pretende di avere un pezzo dei voti del centrodestra per fare le cose che facevano con Conte. Chiaramente non potrebbe far parte di questa esperienza Fratelli d’Italia perché ha scelto la strada dell’opposizione. Ciò non toglie che la nostra alleanza non è affatto a rischio“.

Con il ticket Michetti-Matone ha vinto la coalizione

Poi è tornata sulla scelta del ticket Michetti-Matone per la corsa al Campidoglio. «Ha vinto la coalizione, che lavora per vincere anche quando si voterà. Abbiamo fatto un ottimo lavoro. Offriamo alla Capitale d’Italia dopo l’incompetenza improvvisata della Raggi un modello diametralmente opposto. Offriamo dei professionisti estremamente competenti”. Quindi l’annuncio della presentazione ufficiale delle candidature prevista per venerdì. L’occasione per raccontare – dice la Meloni – in maniera più compiuta i due protagonisti della sfida per la conquista di Roma. “Sono molto ottimista – ha aggiunto. “Enrico Michetti sa esattamente dove mettere le mani. E ha una visione per ridare a questa città la grandezza che merita”. Grande stima anche per il giudice Simonetta Matone. “È una persona che ha esperienza di lungo corso, molto vicina ai temi del sociale”. Il centrodestra è “perfettamente in partita“.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *