FdI organizza un presidio antidroga a Torino: gli spacciatori prendono a calci e pugni una militante

venerdì 4 Giugno 19:33 - di Giovanni Pasero
torino spacciatori, FdI

Gli spacciatori in certi quartieri di Torino sono sempre più impuniti e scatenati. A farne le spese una militante di Fratelli d’Italia. “Nel quartiere di Barriera organizzare presidi contro lo spaccio di droga sotto le insegne di Fratelli d’Italia può significare essere circondati e aggrediti da una banda di spacciatori immigrati: ecco la #Torino di Appendino e del Pd! Ma noi siamo al fianco di Verangela Marino insieme a tutti i militanti che non si arrendono ad abbandonare le strade negli artigli della mafia africana. Ora pretendiamo massima severità contro i due aggressori fermati dalle Forze dell’Ordine”. Lo scrive su Facebook l’assessore regionale Maurizio Marrone, denunciando l’aggressione.


Verangela Marino, da tempo è attiva nel denunciare i fenomeni di spaccio e degrado nel quartiere. Una trentina di immigrati africani, presumibilmente spacciatori, hanno aggredito l’attivista FdI di Torino con pugni e calci. Le hanno provocato lividi al volto e graffi profondi ed escoriazioni alle spalle e alle braccia. Il gruppo, ha prima tentato di estrarla dall’auto in cui era seduta e poi l’ha malmenata, colpendo anche l’uomo che era accanto a lei. Purtroppo, le forze dell’ordine hanno identificato e fermato solo due degli aggressori.

Gli spacciatori del quartiere Barriera di Torino restano impuniti


“Episodi di questo genere sono gravissimi e inaccettabili – commentano la parlamentare di Fratelli d’Italia Augusta Montaruli, l’assessore Maurizio Marrone, l’esponente di Fdi Enzo Liardo e il capogruppo in Circoscrizione 6 Valerio Lomanto – a Marino esprimiamo tutta la nostra solidarietà e ci auguriamo che altrettanto facciano tutte le forze politiche. In Barriera di Milano la situazione è ormai fuori controllo. Si registra la presenza costante e radicata di una criminalità pericolosa che vorrebbe gestire il territorio come una zona franca”.

”Evidentemente – proseguono – a questi personaggi hanno dato fastidio le iniziative per la sicurezza e contro lo spaccio che Fdi da sempre porta avanti nel quartiere, e che negli ultimi mesi hanno visto organizzare decine di gazebo No Spaccio nelle zone più critiche. Siamo e saremo al fianco di Verangela Marino e di tutti i cittadini onesti che non vogliono arrendersi nel vedere i loro quartieri diventare dei cassonetti. In Barriera di Milano, come in tutta Torino, non faremo un passo indietro davanti alle violenze di criminali e spacciatori. L’episodio – concludono da Fdi – è avvenuto alla luce del sole e invitiamo chiunque a supportare le indagini”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *