Renata Polverini, il dietrofront dopo l’oblio: torna in FI. Decisiva la telefonata con Silvio Berlusconi

giovedì 20 Maggio 19:44 - di Giulia Melodia
Polverini torna in FI

A volte ritornano. E così, dopo lo strappo del 21 gennaio scorso, Renata Polverini torna in FI. Dopo aver scontato relegata nell’angolo del silenzio la pena per quello strappo inferto ai colleghi azzurri nelle serate infuocate della crisi del governo Conte. Archiviata la rottura con il partito per il sì alla fiducia al governo Conte e riposta in soffitta la divisa da Ciampolillo che per un po’ le è stata cucita addosso su misura, Renata Polverini fa dietrofront. E rientra in Forza Italia. Con buona pace di tutti quelli che la danno perennemente in viaggio. Prima satellite nell’orbita dell’avvocato del popolo ante mandato M5S. Ora verso i renziani, ora verso il Pd. Insomma, sempre pronta alla svolta nella direzione opposta a quella in corso. E invece no: la Polverini, sarà per il diploma conseguito in ragioneria. Sarà per la dimostrazione data nelle concitate ore della crisi del Conte bis quando, tra i corrispondenti dal Palazzo, molte malelingue ipotizzarono calcoli sulla pensione da parlamentare eseguiti in fretta e furia prima del sì all’esecutivo sull’orlo del baratro. Fatto sta che, smentendo ipotesi e veleni, l’ex segretario dell’Ugl torna a casa.

Renata Polverini torna in Forza Italia

Lo strappo è ricucito. Complice soprattutto, a quanto lascia intendere la diretta interessata, una telefonata intercorsa con il padre nobile di Forza Italia, Silvio Berlusconi. Che infatti, sul punto dichiara: «Le telefonate, non ultima quella di ieri, del presidente Silvio Berlusconi  – rivela la Polverini – sempre affettuoso e coinvolgente, mi hanno convinta definitivamente a tornare nell’unico partito al quale sono stata iscritta dopo la mia esperienza nel sindacato. E dopo gli anni alla presidenza della Regione Lazio. Continuerò a dare il mio contributo per il rilancio di un movimento che continuo a considerare l’unica area moderata e liberale della quale il Paese ha bisogno».

Renata Polverini torna in FI, lo strappo ricucito dopo mesi di silenzio

Tra i primi ad accoglierla nuovamente nella casa degli azzurri Roberto Occhiuto, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, che in un tweet annuncia: «Renata Polverini da oggi torna a far parte del gruppo di Forza Italia alla Camera e del nostro partito. Riabbracciamo un’amica e una collega di grande valore ed esperienza. Siamo pronti ad affrontare le nuove sfide con una freccia in più al nostro arco. Bentornata Renata». Un dietrofront accolto favorevolmente anche dal ministro per gli Affari Regionali e le Autonomie, Mariastella Gelmini, anche lei pronta al bentornato condiviso sui social. In un tweet, per l’esattezza, che recita: «Bentornata a Renata Polverini. Un’amica. Una collega. Una risorsa importante per far emergere sempre più quell’ala moderata, liberale e popolare che Forza Italia vuole rappresentare al governo e nel Paese. Una bella notizia per il nostro partito».

Renata Polverini e FI, il ritorno alla casa madre dopo l’addio del 21 gennaio scorso

Un ritorno alla casa madre, dopo la fuoriuscita del 21 gennaio scorso, culminata nell’adesione al gruppo Centro democratico-italiani in Europa, poi abbandonato il 25 febbraio per restare al misto. Un cerchio che si chiude con in rientro odierno nelle file dei forzisti, che la stessa Polverini spiega in una nota così: «Torno in Forza Italia, casa mia. In realtà è come se non fossi mai andata via. Il mio partito, finalmente, ha adesso il ruolo che merita. A sostegno di un governo forte e di unità nazionale, guidato da una personalità di assoluto valore come Mario Draghi. E sta contribuendo attivamente a tirar fuori il Paese dall’emergenza sanitaria ed economica. In questi mesi non ho mai interrotto i rapporti con la base di Forza Italia. Con il gruppo parlamentare. E con la delegazione azzurra al governo».

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *