Patrimoniale, ecco chi sono i “ricchi” che Letta vuol far piangere: la legnata di Sorgi (video)

venerdì 21 Maggio 16:52 - di Alberto Consoli
Patrimoniale Sorgi

Chi sono i “ricchi” che il segretario del Pd Enrico Letta vorrebbe far “piangere”? La sua proposta di patrimoniale – già bocciata dal premier Draghi –  ha avuto una ulteriore sonora “bastonata” in tv durante “L’Aria che tira” su La7. L’intervento in collgamento con la Merlino di Marcello Sorgi,  editorialista e scrittore, è stato semplice ed esemplare. Letta ha proposto di tassare nella successione i patrimoni di un milione di euro. Ed è qui che inizia la contestazione di Sorgi. E non solo la sua. “Da considerare che un milione di euro all’incirca è  il valore di un appartamento familiare in una grande città come Roma o Milano. Chi ci vive insieme ai figli non è “ricco”, spiega l’editorialista.

Patrimoniale, Sorgi dà una legnata a Letta

Non solo, in una famiglia in comunione di beni “capita che  si possa possedere per via ereditaria anche una seconda casetta al mare o ai monti”. Sono i risparmi di una vita. Si fa presto ad arrivare -secondo le quotazioni degli immobili- vicino alla cifra “proibita” di Letta di un milione di euro. Ecco, tassare questi patrimoni sarebbe un’ingiustizia dal punto di vista fiscale. Dice Sorgi: “Avere una casa non è come possedere uno yacht che costa centinaia di milioni di euro. Pertanto che dovremmo fare? O vendere gli immobili e non lasciare nulla ai nostri figli. Perché altrimenti lasceremmo loro un’ eredità sulla quale dovranno pagare molte tasse”.

Sorgi: “Ecco ‘ i ricchi’ che Letta vuol far “piangere”

Sottolinea ancora una volta Sorgi che si tratta di persone, famiglie “che hanno voluto costruire qualcosa da lasciare ai figli”, anche con sacrifici. Non è un peccato. Andare con la tagliola del fisco a tassare queste persone sarebbe sbagliatissimo. Costruire qualcosa, risparmiare pare un peccato mortale. I ricchi sono coloro che hanno ben altri patrimoni. Sorgi critica duramente Letta anche la controrisposta piuttosto imbarazzante data a Draghi :”Lui faccia il premier, io il capo del Pd”. Come dire: lasciatemi fare la mia politica di sinistra. Ed è qui che Sorgi è ancora più perplesso con tale posizione. “E’ da vedere se la sinistra deve porre tasse. Bisogna intendersi su chi siano i ricchi. Se i ricchi sono quelli che hanno una apparteamento in una città e una seconda casa, non solo loro i ricchi che devono piangere”...

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *