Nuova bufera su Lemmetti (e sulla Raggi): l’assessore M5s prende un master dal dirigente Atac

venerdì 21 Maggio 9:49 - di Luisa Perri
lemmetti

“Apprendiamo dai quotidiani che il super Assessore della giunta Raggi, Gianni Lemmetti, spesso avrebbe avuto il tempo di partecipare, durante le sedute della giunta e delle commissioni, ad un Corso di alta formazione in amministrazione giudiziaria di beni e aziende per conseguire, privatamente, un Master alla Luiss che prevedeva la presenza per giornate intere.”

“È quanto meno inopportuno che l’assessore al Bilancio di Roma Capitale, Gianni Lemmetti, discuta la tesi di un master avendo come relatore l’amministratore unico di una partecipata del Comune”. Con queste parole il capogruppo di Fratelli d’Italia alla Camera, Francesco Lollobrigida, ha portato sul piano nazionale, uno scandaletto romano. L’ennesimo della Giunta Raggi e in particolare dell’assessore arrivato a Roma tra fanfare e squilli di tromba.

“È doveroso fare chiarezza su una vicenda, riportata dai media, quanto mai opaca e che vedrebbe il ‘controllore’ Lemmetti giudicato dal ‘controllato’ Mottura, voluto alla guida di Atac dagli stessi grillini. Se fossero confermate queste notizie, gli autoproclamati difensori dell’onestà e della trasparenza del M5S si dimostrerebbero ancora una volta i rappresentanti della peggiore politica”, conclude Lollobrigida, annunciando un’interrogazione al governo.

Figliomeni: “Lemmetti andava al corso o faceva l’assessore?”

Aggiunge particolari ancora più imbarazzanti, Francesco Figliomeni. Il consigliere di Fratelli d’Italia svela un’ «altra stranezza».  Il titolo della tesi dell’Assessore sarebbe identico a quello di un altro partecipante il cui relatore sarebbe lo stesso Mottura.

«Sta emergendo un quadro sempre più torbido in cui a farne le spese sono i cittadini e la città di Roma. E non è finita. Crediamo sia più che lecito chiedersi e domandarlo anche agli organi competenti. Oltre alla partecipazione ai corsi in concomitanza con le sedute di commissione, gli atti approvati in Giunta in quei mesi siano legittimi. Infatti, i voti risultano durante la presenza alle tantissime giornate di corso che prevedeva la partecipazione dalle 9.30 alle 19».

Lemmetti, paracadutato da Livorno come super esperto imposto da Grillo, non è nuovo a polemiche imbarazzanti. La sua compagna era stata assunta da un altro assessore capitolino ed era stata poi costretta a lasciare l’incarico.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *