Lombardia, vaccinazioni a ritmi da primato: “Dal 2 giugno apriamo anche ai 16enni”

venerdì 14 Maggio 16:58 - di Davide Ventola
vaccinazioni lombardia

“Il 2 giugno, non casualmente abbiamo scelto il giorno della festa della Repubblica, abbiamo la soddisfazione di poter dire che apriremo le vaccinazioni in Lombardia all’ultima categoria, i ragazzi dai 16 ai 29 anni, in modo che possano ricevere la prima dose prima di andare in vacanza”.  Lo ha detto Guido Bertolaso, coordinatore della campagna vaccinale per la Regione Lombardia, intervenendo in una conferenza stampa a Palazzo Lombardia.

Dal 20 maggio i 40enni e dal 27 i 30enni

Ecco il resto delle tappe scandite da Bertolaso. “Abbiamo immaginato di aprire le prenotazioni il 20 maggio alla fascia 40-49 anni; visti i dati, potremmo garantire ai quarantenni le somministrazioni ai primi di giugno”. Inoltre, “l’ipotesi” attualmente in discussione è “di aprire alla fascia 30-39 anni il 27 maggio”.

“Sono qui per ringraziare il dottor Tronchetti Provera perché ha messo a disposizione un centro importante in grado di arrivare fino a 4mila vaccinazioni al giorno. Un centro che è anche simbolo della bellezza della nostra regione ed è uno straordinario simbolo di collaborazione pubblico-privato”. Lo ha detto Letizia Moratti, vice presidente della Regione Lombardia e assessore regionale al Welfare, intervenuta in visita insieme all’ad di Pirelli Marco Tronchetti Provera, al centro vaccinale allestito all’Hangar Bicocca, di proprietà della Fondazione Pirelli.

All’hangar  Bicocca quattromila vaccinati al giorno

“Il dottor Tronchetti Provera – prosegue Moratti – ha messo a disposizione gratuitamente lo spazio e l’allestimento per Regione Lombardia”. Il centro “è stato veramente un grande dono e sono qui per ringraziare tutti coloro che lo hanno allestito in brevissimo e tutti coloro che stanno operando e lavorando”.

“In Lombardia sulle vaccinazioni un lavoro incredibile”

Soddisfatto anche Tronchetti Provera, che commenta: “Devo dire che abbiamo trovato della gente straordinariamente preparata che ha lavorato giorno e notte, persone della Regione insieme ai nostri, per allestire in tempi record questo centro vaccinale. La professionalità e la dedizione è tipica di questa regione e dell’Italia quando c’è una emergenza, ci si muove con uno spirito meraviglioso”. E conclude: “Ringrazio tutti perché ho visto tanta gente lavorare in orari incredibili e hanno fatto una cosa molto efficiente. La gente è tranquilla, sono tutti soddisfatti del servizio che hanno, tutto in piena sicurezza. L’asst Nord Milano ha organizzato cose di cui tutti dobbiamo essere orgogliosi”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *