Proposta di legge di FdI: il 25 marzo diventi la giornata della vita nascente, come in Sudamerica

domenica 11 Aprile 16:56 - di Redazione

Il report dell’Istat riguardante la natalità nel nostro Paese nel 2019 evidenzia un preoccupante trend negativo. A partire dai dati Fratelli d’Italia ha depositato al Senato un disegno di legge che propone l’istituzione, il 25 marzo, della ‘Giornata della vita nascente’. Allo scopo  di “promuovere la consapevolezza del valore sociale della maternità”.

Nel 2019 in Italia nuovo record di denatalità

Nel 2019 in Italia si registra per il settimo anno consecutivo un nuovo record di denatalità. Tra le cause di questo fenomeno, il report Istat evidenzia alcuni ‘effetti strutturali’. Indotti dalle modificazioni della popolazione femminile in età feconda, il forte calo dei matrimoni e l’inizio della pandemia da Covid-19. Quindi “cogliere l’occasione di dedicare almeno un giorno all’anno a queste tematiche è un segno importante verso un’azione socio-educativa profonda. Che aiuti le persone a costruire una società di uomini e donne aperti alla vita, alla continuità e alla solidarietà tra generazioni”.

I governi non hanno mai fatto battaglie in favore della famiglia

I presentatori del ddl lamentano come le battaglie in favore della famiglia e del diritto alla vita abbiano incontrato sino a questo momento l’indifferenza dei diversi governi che si sono succeduti negli anni. Governi che non hanno voluto recepire tali istanze e prendere coscienza della gravità delle crescenti dimensioni del fenomeno della denatalità.

Minimo storico delle nascite dai tempi dell’Unità d’Italia

I dati Istat aggiornati al 2020 e pubblicati due settimane fa registrano un ulteriore minimo storico di nascite dai tempi dell’unità d’Italia. Il calo della natalità rispetto al 2019 è del 3,8%, ovvero quasi 16 mila nuovi nati in meno. Le misure di contenimento legate al Covid-19 introdotte durante lo scorso anno rappresentano una delle principali cause del fenomeno. La sospensione delle cerimonie, le limitazioni alla mobilità, il divieto di organizzare eventi hanno contribuito al crollo del numero dei matrimoni (-81% nel periodo marzo-maggio 2020 rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente).

La giornata della vita nascente si celebra in altri Stati del mondo

Il disegno di legge propone il 25 marzo come data per la Giornata della vita nascente, eventualmente istituita senza oneri per la finanza pubblica. La data “ha un respiro internazionale” in quanto riprende il giorno scelto per la stessa celebrazione in altri Stati del mondo (Argentina, Cile, Costarica, Ecuador, El Salvador, Filippine, Honduras, Nicaragua, Repubblica Domenicana, Paraguay, Perù e Portorico).

Il testo del ddl di Fratelli d’Italia

Questo il testo del ddl: “1. La Repubblica riconosce il 25 marzo quale «Giornata della vita nascente», al fine di promuovere la consapevolezza del valore sociale della maternità e della solidarietà tra generazioni.

2. In occasione della Giornata di cui al comma 1, lo Stato, le regioni e gli enti locali organizzano o promuovono, senza nuovi o maggiori oneri a carico della finanza pubblica, manifestazioni pubbliche, cerimonie e incontri di informazione e di riflessione. Anche nelle scuole di ogni ordine e grado, al fine di diffondere informazioni sulla gestazione, sulle comunicazione e l’interazione relazionale precoci tra madre e figlio, sulle cure da prestare al nascituro e alla donna in stato di gravidanza, sui diritti spettanti alla gestante, sui servizi sanitari e di assistenza presenti sul territorio, sulla legislazione sul lavoro a tutela della madre e del padre, nella prospettiva di far emergere la positività dell’esperienza genitoriale.

3. Alle iniziative di cui al comma 2 possono concorrere le associazioni del Terzo settore impegnate nel sostegno alla maternità e alla famiglia”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica