Ennesima strage negli Usa: campione di football americano stermina i vicini di casa (video)

giovedì 8 Aprile 18:07 - di Laura Ferrari

Ennesima strage negli Usa, la terza in una settimana. L’uomo armato che ha ucciso tre adulti e due bambini, sterminando la famiglia di un medico di spicco a Rock Hill, è un ex giocatore di football americano. Si chiamava Phillip Adams e si è ucciso subito dopo la strage. I genitori del killer erano i vicini di casa della famiglia rimasta uccisa nella strage. Phillips si è ucciso con un’arma calibro 45.

L’ufficio dello sceriffo della contea di York ha a lungo negato notizie sull’identità dell’assassino. Adams ha giocato da cornerback per più squadre tra cui i 49ers e gli Atlanta Falcons dopo aver recitato al South Carolina State. Ha anche subito diversi infortuni nella NFL, tra cui commozioni cerebrali e una frattura alla caviglia sinistra.

Tra le vittime del killer due bambini

L’ufficio del coroner della contea di York ha detto che il dottor Robert Lesslie, 70 anni, e sua moglie, Barbara Lesslie, 69 anni, sono stati dichiarati morti sul posto insieme ai nipoti Adah Lesslie, 9 e Noah Lesslie, 5. Nella strage è morto anche un inserviente della famiglia, James Lewis, 38 anni. Una sesta persona è stata ricoverata in ospedale con “gravi ferite da arma da fuoco”, ha detto il portavoce dell’ufficio dello sceriffo della contea di York Trent Faris.

Biden annuncerà un giro di vite sulle armi

Dai dettagli emersi tramite il portavoce, la chiamata di intervento sul luogo del delitto è stata registrata alle 16,45 locali. Nella notte in Italia. La ricerca del sospetto, arrestato dalle autorità, è durata ore. Adams è stato trovato in un’abitazione poco distante da quella dei Lesslie. «Abbiamo trovato la persona che crediamo sia responsabile e siamo con lui in questo momento, questo è tutto quello che posso dire sul sospetto», ha dichiarato Faris, che ha sottolineato il rapporto con il dottor Lesslie. «Era il mio medico, una di quelle persone che conoscono tutti. È stato fondatore del Riverview Medical center di Rock Hill e da anni era un punto di riferimento».

Nuova strage negli Usa: la terza in pochi giorni

Si tratta dell’ennesima strage negli Usa, dopo quella in Colorado e l’attacco di un fanatico islamista a Capitol Hill. In tutti e tre i casi, il presidente Biden si è soffermato sulla necessità di regolamentare l’uso delle armi. Nessun riferimento, neppure stavolta, sull’identità degli assassini.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica