Successo di Casa Sanremo in streaming: 96 ore in diretta e 165 ospiti a supporto del festival

martedì 9 Marzo 19:30 - di Redazione

Un’edizione in streaming per Casa Sanremo, che si è trasformata in un Digital Hub con 3 studi televisivi, 96 ore di diretta, 42 programmi tv, 61 ospiti in studio e 165 ospiti in collegamento, 300.000 contatti medi al giorno registrati per la web tv con i format “Buongiorno Sanremo” e “Italia in vetrina”, condotti da Veronica Maya; “Sanremo per il sociale”; “Interventi e interviste a cura di Rockol”; “Quelli di Casa Sanremo” e “Quelli di Casa Sanremo – Il serale” ideati e prodotti da LIVE ALL, condotti da Daniela Collu e Lorello, con la presenza di Francesco Arienzo, Federico Basso, Matteo B. Bianchi e Giorgio Pasotti, che ha dato ogni giorno voce al mondo del Teatro; “We have e dream da Casa Sanremo” di e con Red Ronnie; “Live Box – vetrina della musica emergente”, con oltre 210 performance live di giovani artisti.

Riflettori puntati sul mondo della cultura e dello spettacolo con l’iniziativa #ripartiamodasanremo, organizzata in tre panel – musica live, teatro e cinema – moderati da Massimo Cotto e condotti da studio da Chiara Giallonardo, in collegamento streaming con voci autorevoli de dei singoli settori, molte delle quali già impegnate al tavolo permanente istituito presso il Ministero della Cultura.

Sanremo vuol dire anche premi e nello studio di Casa Sanremo sono stati consegnati i prestigiosi riconoscimenti: Premio Enzo Jannacci NuovoImaie, a Davide Shorty per il brano “Regina”Soundie Awards a Elena Faggi per il videoclip del brano “Che ne so”; e Premio Musica contro le Mafie consegnato a Davide Ambrogio con la canzone “A San Michele” De Almeida con il brano “Rosalia”.

«Casa Sanremo non poteva e non doveva tirare i remi in barca. Piuttosto, il suo compito era quello di dare un segnale al mondo della cultura e dello spettacolo, di cui è parte – dichiara Vincenzo Russolillo, presidente consorzio Gruppo Eventi e patron di Casa Sanremo –. È con questo spirito che ho accolto e affrontato questa edizione complicata, abbiamo effettuato in 6 giorni oltre 600 tamponi gratuiti, distribuito 3.000 mascherine FFP2, 5.000 salviette igienizzanti, collocato 50 colonnine dispenser gel ed 1 sanity gate all’ingresso, ed igienizzato gli ambienti con ioni d’argento (garanzia 98%), siamo stati davvero molto rigidi e attentissimi al rispetto dei protocolli di sicurezza. Abbiamo strutturato e portato avanti un palinsesto che è stato straordinario intrattenimento, ma anche un momento importante di confronto tra addetti ai lavori che, con #ripartiamodasanremo hanno mostrato una visione comune, di un mondo coeso, che mira a ripartire in sicurezza e con nuovi criteri e nuove normative per una riforma del comparto. L’iniziativa è nata per dare un’ulteriore spinta agli addetti ai lavori che, ormai da un anno, sono impegnati al tavolo permanente istituito presso il Ministero della Cultura. Un confronto importante che ha dato vita a un documento programmatico, che sarà consegnato da Sergio Staino al Ministro Dario Franceschini».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *