Pescara, immigrato clandestino senza mascherina aggredisce l’autista del pullman e il controllore

mercoledì 10 Marzo 11:25 - di Paolo Sturaro
senza mascherina

Ancora botte a un autista di autobus e a uno di pullman. E per l’ennesima volta il motivo scatenante è il pretendere di stare senza mascherina. Un episodio a Pescara, con insulti e minacce. Un altro a Napoli, con un’aggressione in piena regola. In mattinata, dopo le 8, la vicenda di Pescara, alla pensilina degli autobus. Tra i tanti passeggeri in attesa del mezzo che collega la città all’Aquila, c’è un immigrato senza mascherina. L’autista del pullman, vedendolo salire a bordo privo del dispositivo di protezione, lo invita a indossarlo. Ma la reazione è violenta.

L’immigrato senza mascherina contro l’autista

Lo straniero travolge l’autista con insulti e minacce. La stessa sorte tocca al controllore, “colpevole” di essersi avvicinato per chiedergli di mostrare il biglietto. L’immigrato risponde di non averlo, pretendendo di viaggiare gratis fino a Chieti perché deve recarsi a un appuntamento di lavoro.

Il tentativo di sottrarre il borsello

Al culmine della discussione l’immigrato senza mascherina cerca di impossessarsi del borsello del conducente. Non lo prende solo grazie alla reazione che gli costa qualche escoriazione alla mano e al collo. Le Volanti arrivano sul posto in pochi istanti e bloccano l’uomo. Si tratta di un cittadino nigeriano di 42 anni, domiciliato a Pescara e con diversi precedenti a carico.

Per continuare a leggere l'articolo abbonati oppure accedi

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica