Neonato di 37 giorni muore per Covid in Grecia: complicazioni al cuore e ai reni

lunedì 8 Marzo 20:44 - di Fortunata Cerri
neonato

A soli 37 giorni di vita muore di Covid. La drammatica notizia arriva dalla Grecia. Il neonato era stato ricoverato all’ospedale pediatrico ateniese di Aglaia Kyriakou. Si tratta della più giovane vittima del coronavirus nel Paese, scrive la stampa ellenica. Gli sforzi dei medici per mantenerlo in vita sono stati titanici. Ma domenica notte, secondo le informazioni, le sue condizioni hanno iniziato a peggiorare. Come riportano i giornali locali il piccolo ha sviluppato complicazioni al cuore e poi ai reni. Poi è sopraggiunta la morte. 

Il suo caso ha scosso molto l’opinione pubblica che in questi giorni ha seguito con apprensione la sua storia. Nei giorni scorsi anche il ministro della Salute Vassilis Kikiias aveva parlato del neonato.

«Sto seguendo quotidianamente, dal 19 febbraio, lo stato di salute di un bambino di soli 24 giorni, ricoverato nell’unità di terapia intensiva. È un’anima piccola, innocente, che combatte per la vita. I medici fanno quello che possono e desideriamo che tutto vada bene». Ora la drammatica notizia.

La Grecia ha esteso il lockdown nazionale

La Grecia la scorsa settimana ha esteso il lockdown nazionale fino al 16 marzo, dopo aver segnalato 2.702 nuovi casi di Covid-19. «Siamo nella parte più difficile di questa pandemia», ha detto ai giornalisti il ministro della Salute Vassilis Kikilias, avvertendo che le strutture sanitarie pubbliche ad Atene sono sotto una “pressione insopportabile” da settimane. «Al ritmo dei nuovi ricoveri, il sistema sanitario è spinto oltre i suoi limiti in termini di infrastrutture e personale», ha detto il ministro, aggiungendo che è stato rilevato un “aumento importante” nei casi a causa della variante britannica. Oltre al lockdown, sono state rafforzate le misure restrittive per impedire ai cittadini di attraversare i confini comunali e scoraggiarle a fare acquisti o esercizio fisico all’aperto.

Neonato muore in Svizzera

Quello del bimbo di Atene non è l’unico caso. Il 29 maggio dell’anno scorso in Svizzera era morto un altro neonato sempre per Covid. Lo aveva annunciato in una conferenza stampa Stefan Kuster, il neo direttore della divisione Malattie trasmissibili dell’Ufsp della Confederazione elvetica. Secondo le ricostruzioni dei media svizzeri il piccolo del cantone di Argovia avrebbe contratto il virus all’estero e sarebbe morto al Kinderhospital di Zurigo. Positivi erano risultati anche i due fratellini, uno che frequenta la scuola materna e l’altro le elementari.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica